Forma animale del Daimon: ma perchè?

Pubblichiamo teorie ed esperienze su forma e stabilizzazione!
  • La forma del Daimon identificata dalle analisi corrisponde a quella che visualizzate?

Si
5
31%
No
5
31%
Non pratico Visualizzazione e/o Proiezione
6
38%
 
Voti totali: 16

Ako e Eri
Daemian
Messaggi: 228
Iscritto il: mer 22/apr/2009 14:31:00
GPC: 21 apr 2009

Re: Forma animale del Daimon: ma perchè?

Messaggio da Ako e Eri » sab 04/dic/2010 09:58:25

Non vedo come la forma potrebbe essere il punti partenza per scoprire la propria personalità, semmai una tappa intermedia -di cui si può anche fare a meno- per giungere a riflessioni sempre più profonde: per rispondere al questionario dell'analisi inversa e per riconoscersi in un'analisi diretta bisogna già avere una buona conoscenza di sé stessi. Se noi decidiamo di utilizzare solo quella forma, ben venga, ma non è -come abbiamo tutti fatto notare più volte- esente da fallacie. Come ha scritto Eley:
Eley&Me' ha scritto:Sono scritte da esseri umani, come tali possono sbagliare ad interpretare qualcosa,ometterne un'altra o accentuarne un'altra ancora.
Inoltre, sempre dando per buona la corrispondenza tra forma e personalità, se essa subisse cambiamenti minimi e la forma diventasse quella di un animale di cui non esistono analisi, leggermente dissimile dal precedente, il daemian potrebbe non accorgersene, convinto che quella attuale sia la vera forma. Questa non sarebbe autosuggestione? Eppure, Claudio ha scritto:
Claudio-Olyandra ha scritto:Un cambiamento leggero potrebbe non ripercuotersi sulla forma, in particolar modo quando non si possiede un'elevata conoscenza zoologico-etologica e le analisi non prendono in esame tutte le specie affini, ma solo la principale.
Quindi, in mancanza di analisi, la forma dovrebbe rimanere la stessa? Mi sembra molto strano, se la forma corrispondesse davvero alla personalità dovrebbe variare: il daemian non si sentirebbe più a suo agio con la forma precedente e ne cercherebbe un'altra. Eppure tu dici che non succede perché mancano le analisi... allora è tutto legato ad esse, non ai cambiamenti del carattere.
La differenza tra questa concezione della forma e quella secondo cui essa è un modo per rispondere alle esigenze del daemian è che, nel secondo caso, non abbiamo bisogno di analisi mai esenti da fallacie, ma solo di una scelta istintiva. Penso che questo sia un buon punto di partenza per l'introspezione: se mi sento a mio agio con una forma e la scelgo istintivamente, mi chiedo perché, che sensazioni mi evoca, che ricordi mi riporta alla mente, a quali mie necessità risponde. Io ho imparato a fare così e devo dire che mi ha giovato parecchio :D
Shiny & Tamasiii ha scritto:Poi, come carattere so di avvicinarmi molto di più al coniglio selvatico che alla martora, e molti me lo confermano. Però mi sento terribilmente a mio agio con Tama come martora, credo anche di più di quando era un leopardo nebuloso. Quindi ormai credo anch'io che la forma del Daimon non sia solo una metafora del carattere dell'individuo ma un qualcosa di diverso.
Se ti senti davvero così a tuo agio, penso che quella sia la forma che meglio corrisponde alle tue esigenze, che non sono necessariamente riconoscere la tua personalità nelle caratteristiche di un animale. :D
È in un giorno di pioggia che ti ho conosciuta,
il vento dell'ovest rideva gentile
e in un giorno di pioggia ho imparato ad amarti
mi hai preso per mano portandomi via.

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 32

Re: Forma animale del Daimon: ma perchè?

Messaggio da Claudio-Olyandra » sab 04/dic/2010 22:08:26

Shiny & Tamasii ha scritto:Infatti, quindi alla fine vuol dire che che il Daimon può prendere la forma che più gli piace senza doversi preoccupare se corrisponde al carattere del Daemian.
Mi sembra evidente: non c'è una legge divina ad impedirlo. Tutto dipende dalle scelte della coppia, il che è perfettamente normale in questa filosofia. 8-)
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Avatar utente
LongJohnSilver
Daemian
Messaggi: 990
Iscritto il: mer 02/set/2009 18:33:00
Forma: AH BOH.
Età: 27

Re: Forma animale del Daimon: ma perchè?

Messaggio da LongJohnSilver » dom 05/dic/2010 12:51:25

Sono arrivata in ritardo a quanto pare°° Preparatevi a ricevere punti di vista sparati da una mente malata e spero che nella loro limitatezza, riescano lo stesso ad esprimere bene ciò che voglio intendere senza lasciare spazio a interpretazioni XD

Premetto in primis che non riesco più a visualizzare Xan, cioè, ci parlo sempre e comunque (forse anche più di prima) , ma né Luii né io sentiamo il bisogno di una "visualizzazione" e tanto meno di una "proiezione" (pensavo che fosse lo stress scolastico all'inizio, ma non mi preoccupai più di tanto e luii nemmenoXD). Il Dialogo è diventato anche più fluido ed esauriente.
Allora, inizio subito affermando una cosa sostenuta nelle prime pagine:
Se l'analista ti dice "Ummh, la forma del tuo daimon può essere un rettile" Non è detto che abbiamo per forza ragione O_O" ! Ma chi ti conosce? Arrivi il primo giorno, decidi di farti analizzare, compili la benedetta scheda e la posti e... POUFFF!
Tadàh! Analisi fatta, la forma del tuo daimon è X.
Se è difficile conoscere se stessi, come uno, arrivato dal nulla, pretende di conoscerti a fondo? Mi sembra poco logicoXD Ma anche se la persona in questione partecipasse da anni nella Communità, non credo che un semplice schema sia proprio "esauriente", è "umanamente" completo. Per arrivare a conoscere mediamente una persona forse non basterebbe nemmeno viverci insiemeXD
Non siamo macchine, non siamo divinità e non siamo onniscenti XD Siamo solo umaniXD
Come affermato prima, Io Analista (parlo per me perché non conosco i parareri altrui) posso darti una mano a conoscere, ma il lavoro duro, nuotare in profondità, tocca al Daemian (ricordate Socrate? Dopo aver avuto l'oracolo di Delfi che sosteneva che lui fosse "l'uomo più sapiente" andò dappertutto interrogando poeti, oratori e compagnia bella per vedere se veramente l'oracolo avesse ragione).
Ogni essere umano è unico nel suo genere, nessuno è uguale a nessuno e non ci sono infiniti "animali" per ciascuno di noi, adatti a descrivere la prorpria personalità, e, come detto anteriormente, il carattere di una persona non rimarrà mai uguale nel trascorso della sua vita, l'uomo non è stabile (per esempio una medico neo laureato deve andare in guerra per aiutare i feriti: secondo voi la sua concezione della vita non potrebbe cambiare?). Dipende anche dal carattere dell'uomo, mi sembra che i fattori che influenzano "un cambiamento", anche se piccolo, possono essere molteplici. Se il daimon vuole assumere una forma perché fa sentire bene il proprio daimon, perché dovrebbe essere sbagliato o più semplicemente "fuori dai canoni"? Quando visualizzavo Xan, mi piaceva tantissimo proiettarlo come Frisone, mi faceva sentire stupendamente, per non parlare quando era Aquila o Lupo delle Montagne Rocciose con tutto quel pelo *W* Mi sentivo protetta^^ Eppure quelle analisi mi corrispondono un pò di meno (Frisone), un pò di più (Lupo delle Montagne Rocciose) ma anche quasi per niente (Aquila).
L'etica è relativaXD Mettiamola così (altro esempio assurdo frutto di film su film o_o) : fin da piccolo mi hanno insegnato che se non mi difendo, gli altri potrebbero uccidermi, perciò comincio ad uccidere anche io perché mi hanno insegnato che è buono. Per quanto possa essere assurdo come esempio, noi siamo tentati nel dire "E' sbagliatissimo! Non puoi togliere la vita ad un altro essere!", mentre per lui quella azione è giustissima da fare. Noi da bambini (non mi addentro molto in questo campo perché non ho mezzi a sufficenza, meglio qualcuno come Eu o Rav XD) abbiamo ricevuto un' educazione e la nostra etica, credo e spero di non sparare boiate, si conformi con quello che ci è stato impartito da bambini oppure è frutto di esperienze concrete.
Scusate il tono, ma al momento non posso fare a meno di scrivere cosìXD
Immagine

Avatar utente
Nemo-Cassandra
Daemian
Messaggi: 549
Iscritto il: dom 12/ott/2008 21:22:00
GPC: 17 mag 1994
Forma: Nessuna
Località: Bel Paese là dove il Sì sona.
Età: 26

Reign of Terror!

Messaggio da Nemo-Cassandra » dom 05/dic/2010 19:08:03

Xanto e Silvia ha scritto:Per arrivare a conoscere mediamente una persona forse non basterebbe nemmeno viverci insiemeXD
Un proverbio delle parti di mio nonno dice "Per conoscere una persona ci devi mangiare una sarba (o sarma, non so come si scriva) di sale insieme"
Ho fatto un rapido calcolo, e una sarba/sarma sono circa 320 kg di sale. Fatevi un'idea :lol:
Immagine

Avatar utente
Raven & Antares
Daemian
Messaggi: 182
Iscritto il: mer 15/lug/2009 01:10:00
GPC: 19 giu 2009
Forma: Ballerina Bianca
Località: Milano
Età: 26

Re: Forma animale del Daimon: ma perchè?

Messaggio da Raven & Antares » dom 05/dic/2010 19:18:24

Xanto e Silvia ha scritto:Se l'analista ti dice "Ummh, la forma del tuo daimon può essere un rettile" Non è detto che abbiamo per forza ragione O_O" ! Ma chi ti conosce? Arrivi il primo giorno, decidi di farti analizzare, compili la benedetta scheda e la posti e... POUFFF!
Tadàh! Analisi fatta, la forma del tuo daimon è X.
Se è difficile conoscere se stessi, come uno, arrivato dal nulla, pretende di conoscerti a fondo? Mi sembra poco logicoXD Ma anche se la persona in questione partecipasse da anni nella Communità, non credo che un semplice schema sia proprio "esauriente", è "umanamente" completo. Per arrivare a conoscere mediamente una persona forse non basterebbe nemmeno viverci insiemeXD
Non siamo macchine, non siamo divinità e non siamo onniscenti XD Siamo solo umaniXD
Concordo: il lavoro degli analisti è parecchio duro e non è spesso totalmente preciso, proprio per quella impossibilità nel vedere dentro alla persona. Infatti, penso che sia proprio il daimon ad aiutare l'introspezione, non attraverso la forma come traduzione delle caratteristiche comportamentali, ma come voce interna, che interpreta ciò che c'è dentro e lo spiega al daemian ;)
Xanto e Silvia ha scritto:L'etica è relativaXD Mettiamola così (altro esempio assurdo frutto di film su film o_o) : fin da piccolo mi hanno insegnato che se non mi difendo, gli altri potrebbero uccidermi, perciò comincio ad uccidere anche io perché mi hanno insegnato che è buono. Per quanto possa essere assurdo come esempio, noi siamo tentati nel dire "E' sbagliatissimo! Non puoi togliere la vita ad un altro essere!", mentre per lui quella azione è giustissima da fare. Noi da bambini (non mi addentro molto in questo campo perché non ho mezzi a sufficenza, meglio qualcuno come Eu o Rav XD) abbiamo ricevuto un' educazione e la nostra etica, credo e spero di non sparare boiate, si conformi con quello che ci è stato impartito da bambini oppure è frutto di esperienze concrete.
Confermo la verità di ciò che dici, e non stai sparando boiate xD
Poi l'etica può modificarsi nel tempo e con la formazione del carattere, oltre che con l'esperienza e l'entrata in scena di nuove figure di riferimento, consolidarsi fino a diventare un vero e proprio principio solido. Ma le basi le apprendiamo tutte quante dall'educazione e dal modo in cui i nostri genitori si pongono nei nostri confronti ;)
Immagine

Piuma Bianca

Re: Forma animale del Daimon: ma perchè?

Messaggio da Piuma Bianca » lun 06/dic/2010 17:15:48

Per ora il sondaggio sta mostrando un'interessante panoramica della situazione :)
Ringrazio Silvia per il suo sincero contributo ;)

Rispondi