Il daimon risente della malattia del daemian?

Meditiamo sugli aspetti filosofici e formuliamo ipotesi ragionevoli sul Daimonismo!
Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 33

Re: etcù!

Messaggio da Claudio-Olyandra » mer 09/mag/2012 17:39:14

La malattia fisica non interferisce con la psiche, dunque col daimon, a meno che produca malessere psicologico, scoramento, irritazione, paura, angoscia e simili. ;) D'altro canto, il dolore fisico distoglie facilmente dall'introspezione, perciò diventa arduo anche solo verificare le condizioni del nostro amato compagno durante il corso d'una patologia: è come se improvvisamente si ergesse una barriera di incomunicabilità, come se sopraggiungesse l'impossibilità di estraniarsi dal contingente per dedicarsi alla spiritualità. :)
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Avatar utente
Kay e Aton
Daemian
Messaggi: 488
Iscritto il: mar 08/lug/2008 23:01:00
Forma: Merlo
Età: 28

Re: etcù!

Messaggio da Kay e Aton » mer 09/mag/2012 18:39:32

Quando si sta male, spessissimo anche dentro di noi sentiamo che qualcosa non và, perché ovviamente anche il nostro stato di salute mentale non è ottimale. Magari per cose semplici come i raffreddori il daimon non ne risente e anzi cerca di tenerci su col morale (io non ho avuto molti raffreddori quindi non ricordo xD) ma per cose più gravi e che ci fanno stare veramente male, tipo febbre alta, la situazione può cambiare. E' capitato che l'anno scorso, quando ho avuto la mia ultima febbre e la temperatura era molto alta, Aton smettesse di parlare all'improvviso senza motivo. Ovviamente era dovuto al mio stato pietoso xD Comunque di solito quando sto male evito di avere contatti con luii.
INFP - Enneatype 2w1 - The Idealistic Helper
Immagine
And the marvellous rose became crimson, like the rose of the eastern sky

Oscar Wilde

Avatar utente
Francy&Dime
Daemian
Messaggi: 554
Iscritto il: mer 07/ott/2009 14:45:00
Forma: Cervo dalla coda bianca
Località: Paesino sperduto del Piemonte
Età: 25

Re: etcù!

Messaggio da Francy&Dime » dom 09/set/2012 11:13:09

Si, penso che di fronte a una febbre da cavallo o a un malessere che interessa anche la psiche oltre che il corpo il daimon possa risentire del nostro stato.
A me è capitato, durante un periodo di malattia, di percepire Dime come se fosse più 'distaccato'. Lo vedevo, di tanto in tanto, sdraiato accanto al letto, con gli occhi semi chiusi. Parlava pochissimo e rispondeva a monosillabi, come se fosse malato anche lui. Quando la mia febbre è scesa, è tornato il rompiscatole di sempre.

Hey!
Immagine

And I don't want the world to see me 'cause I don't think that they'd understand.
When everything's meant to be broken I just want you to know who I am.

~ Dime, the "bright protector".

Avatar utente
Firewolf & Ariel
Daemian
Messaggi: 1658
Iscritto il: mar 27/mag/2014 16:27:04
GPC: 25 mag 2014
Forma: Malamute bianco (e altro)
Età: 24

Re: Etcù! Il Daimon si ammala con l'umano?

Messaggio da Firewolf & Ariel » dom 15/giu/2014 21:53:25

Personalmente credo che non si ammali ma, come ogni cosa che riguarda il suo daemian, ne risente. Attualmente costipato e con dolori ovunque (anche mal di testa), vedo il mio Ariel camminare goffamente e lentamente. Cosa che non fa mai.
Mostra
https://38.media.tumblr.com/b12484c4d9f ... o1_500.gif Firewolf & Ariel Esistono!!!

Immagine
Thanks to my sis Billy :)

Immagine
Thanks to my sis Francy :)

2w3-ENFJ /9w1-ISFP
Pesci ascendente Cancro-Bue-Tiglio
Hufflendor-

Avatar utente
Antherin e Argo
Daemian
Messaggi: 241
Iscritto il: gio 17/apr/2014 17:06:17
GPC: 18 apr 2014
Forma: Volpe grigia
Età: 27

Re: Etcù! Il Daimon si ammala con l'umano?

Messaggio da Antherin e Argo » lun 16/giu/2014 00:40:33

Ahah domanda interessante ;) ma in realtà non credo che l'eventuale cambiamento dei modi del daimon sia legato a una sua ipotetica malattia... Piuttosto penso che siamo noi a visualizzarlo in un modo che è più in sintonia con noi in quel momento... Da malati e costipati vedere altri saltellarci intorno non ci piace gran che (almeno per me è così) e probabilmente non abbiamo ne la forza ne tantomeno la concentrazione adatta per visualizzare il daimon in movimento, o perlomeno non come lo facciamo di solito: il daimon potrebbe essere più statico o muoversi più lentamente perché noi stessi siamo in quel momento incapaci di visualizzarlo con la fluidità consueta :)
Shiver is what keep you in life.
Immagine

"Come l'anima nostra, che è aria, ci tiene insieme, così il soffio e l'aria sostengono l'intero cosmo.

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 33

Re: Etcù! Il Daimon si ammala con l'umano?

Messaggio da Claudio-Olyandra » gio 19/giu/2014 18:37:37

La spiegazione di Antherin è plausibile: le manifestazioni simboliche del daimon risentono della sofferenza o del disagio dell'uomo, considerato che è quest'ultimo a produrle mentalmente. Ciò avviene non solo per il difetto di concentrazione, che verosimilmente deriva dalla malattia, bensì anche per un più profondo malessere umorale, che è correlato ad una certa chimica ormonale, la quale si riflette su tutte le attività cerebrali, inclusa la memoria e la creatività immaginifica. :)

L'unico genere di malattia che può astrattamente colpire il daimon è la malattia psichiatrica, che altera il funzionamento intellettivo ed emotivo ed incide gravemente sull'autocoscienza. Non so dire se tale patologia nuoccia all'autocoscienza in sé, sopprimendola o scemandola, o se, più semplicemente, ne impedisca l'esercizio, lasciando però impregiudicato un potenziale che, al termine della malattia, potrà riaffiorare nella sua interezza: mi difettano gli studi psichiatrici necessari a rispondere, senonché qui si discetta di patologie fisiche, le quali sono tendenzialmente irrilevanti, a meno che colpiscano il cervello (ad esempio, la meningite).

In ogni caso, il daimon non si ammala, in quanto non è un organismo vivente: più correttamente, possono essere compromesse le funzioni psichiche che olisticamente designiamo come daimon. ;)
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Rispondi