Facebook

Avatar utente
Andrea & Danika
Daemian
Messaggi: 247
Iscritto il: gio 04/dic/2008 21:28:00
Località: Oriago (Ve)
Età: 40

Messaggio da Andrea & Danika » ven 26/dic/2008 00:09:00

Kooma ed Eamon ha scritto:Bah, un'idiozia come Netlog. :roll:
Li è solo una "community" non defibile: ci sono contatti seri (pochi) e un sacco di contatti fake o affamati (e non specifico di cosa)...
Immagine

Immagine

tasso85

Messaggio da tasso85 » ven 26/dic/2008 08:58:00

direi che c'è poco da specificare, lo possiamo immaginare tutti...

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 32

Messaggio da Claudio-Olyandra » ven 26/dic/2008 10:47:00

Dunque dobbiamo a questi sistemi di conoscenza su Internet la tanta diffidenza che taluni genitori hanno mostrato nei confronti dei nostri forum? :roll: Ah, bene. :(
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Avatar utente
Andrea & Danika
Daemian
Messaggi: 247
Iscritto il: gio 04/dic/2008 21:28:00
Località: Oriago (Ve)
Età: 40

Messaggio da Andrea & Danika » ven 26/dic/2008 11:45:00

Io ho un account in Netlog, ma solo per il fattore che ho scoperto prima Netlog di Facebook. Ma ogni tanto faccio ricerche per trovare amici che conosco compaiono nick alquanto chiari in merito della "Fame"...
Claudio-Olyandra ha scritto:Dunque dobbiamo a questi sistemi di conoscenza su Internet la tanta diffidenza che taluni genitori hanno mostrato nei confronti dei nostri forum? :roll: Ah, bene. :(
no direi di no... non penso siano questi i motivi...

ora faro un esempio stracciato e in parte irrispettoso, ma capite cosa intendo: è come se io genitore Cristiano volessi che mio figlio vedesse un sito pornografico o un sito Mussulmano/scientology/testimone di Jeova... la cosa non mi piacerebbe affatto.

In questo forum come in quello internazionale insegnate a vedere dentro noi stessi in una maniera diversa, ascoltando la parte interiore che ci consiglia e focalizzare questa parte in un animale: vista da chi è "retrogrado", "conservatore" che non vede altro che quello che lui crede (e che vuole che i suoi figli credano), il Daimonismo è qualcosa di non comprensibile e quindi non "tollerabile", quindi tabù.
Immagine

Immagine

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 32

Messaggio da Claudio-Olyandra » ven 26/dic/2008 12:02:00

Andrew The Wolf ha scritto:In questo forum come in quello internazionale insegnate a vedere dentro noi stessi in una maniera diversa, ascoltando la parte interiore che ci consiglia e focalizzare questa parte in un animale: vista da chi è "retrogrado", "conservatore" che non vede altro che quello che lui crede (e che vuole che i suoi figli credano), il Daimonismo è qualcosa di non comprensibile e quindi non "tollerabile", quindi tabù.
Hai ragione al mille per cento, infatti è facile per certuni scambiare il Daimonismo per qualche tenebrosa setta satanica. :roll:
Comunque dicevo più in generale quando mi chiedevo - retoricamente - se fosse proprio l'esistenza di gente malintenzionata su Internet a rendere molti genitori sospettosi nei confronti dei contatti via rete. ;) Aggiungendo a questo la paranoia del satanismo, ecco come nasce in qualcuno la paura che i propri figli visitino questi forum. :x
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Avatar utente
Eley&Me'
Daemian
Messaggi: 688
Iscritto il: sab 04/ott/2008 23:05:00
Età: 29

Messaggio da Eley&Me' » ven 26/dic/2008 12:02:00

Claudio-Olyandra ha scritto:Dunque dobbiamo a questi sistemi di conoscenza su Internet la tanta diffidenza che taluni genitori hanno mostrato nei confronti dei nostri forum? :roll: Ah, bene. :(
Io se fossi un genitore di una ragazzina di 12-13 anni mi preoccuperei anche solo a vederla al computer XD Non so ma almeno come lo vedo io internet, i forum e le chat sono sempre posti pericolosi, almeno per chi ha ancora un po' di purezza di cuore e che non riesce a vedere quanto male possa fare un essere umano (chiamiamola ingenuità, anche se non voglio farla apparire un difetto), è normale che i genitori più apprensivi preferiscano tenere lontani i figli da questo mondo informatico, almeno ancora per un po'!Io sono una dei primi che quando avrò un figlio non gli darò il computer almeno finchè non inizierà il liceo..fino ad allora voglio che non si faccia corrompere dalla tecnologia e che viva in maniera semplice e sana :D (infatti mi piacerebbe andare a vivere in campagna)
E poi in internet si possono trovare persone buone e che ti dimostrano affetto in modo disinteressato ed altre che (tra pedofili e morti di fi*a) fanno fin troppo i provoloni e i subdoli!Una madre/padre si preoccupa specialmente se sono persone grandi e maggiorenni...purtroppo non tutti sono buoni...
Immagine
«Ma tu chi sei che avanzando nel buio della notte inciampi nei miei più segreti pensieri?» William Shakespeare

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 32

Messaggio da Claudio-Olyandra » ven 26/dic/2008 12:14:00

Il tuo discorso è assai sensato, però resto sempre del parere che dipingere qualcosa integralmente di nero, quali che ne siano i motivi, aiuti chi è nero a mimetizzarsi meglio. ;) Naturalmente certezze assolute non se ne possono avere, però considero un buon metodo cercare sempre di disceverare il marcio dal genuino, sia negli ambienti tipicamente salubri, sia in quelli che nascondono più insidie. Non dimentichiamoci che il Daimonismo è nato essenzialmente via Internet, perché solo questo mezzo globale ha consentito di far pervenire il messaggio a persone oltre la propria cerchia di conoscenze, e sappiamo tutti quanto sia difficoltoso andare da un amico o parente e rischiare di esporsi al suo ludibrio a forza di parlare di entità che la quasi totalità degli uomini confina nell'universo fantasy di Pullman. 8)
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Avatar utente
Eley&Me'
Daemian
Messaggi: 688
Iscritto il: sab 04/ott/2008 23:05:00
Età: 29

Messaggio da Eley&Me' » ven 26/dic/2008 12:27:00

Claudio-Olyandra ha scritto:Il tuo discorso è assai sensato, però resto sempre del parere che dipingere qualcosa integralmente di nero, quali che ne siano i motivi, aiuti chi è nero a mimetizzarsi meglio. ;) Naturalmente certezze assolute non se ne possono avere, però considero un buon metodo cercare sempre di disceverare il marcio dal genuino, sia negli ambienti tipicamente salubri, sia in quelli che nascondono più insidie. Non dimentichiamoci che il Daimonismo è nato essenzialmente via Internet, perché solo questo mezzo globale ha consentito di far pervenire il messaggio a persone oltre la propria cerchia di conoscenze, e sappiamo tutti quanto sia difficoltoso andare da un amico o parente e rischiare di esporsi al suo ludibrio a forza di parlare di entità che la quasi totalità degli uomini confina nell'universo fantasy di Pullman. 8)
Non capisco il senso di questa tua affermazione
Immagine
«Ma tu chi sei che avanzando nel buio della notte inciampi nei miei più segreti pensieri?» William Shakespeare

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 32

Messaggio da Claudio-Olyandra » ven 26/dic/2008 12:32:00

? una diversa versione del detto "non fare di tutta l'erba un fascio". ;) Se su Internet (o in un altro luogo) si sospetta di tutto e di tutti, si fa il gioco dei veri malintenzionati, perché questi possono più facilmente nascondersi in mezzo alla gente perbene. Io dunque faccio sempre il possibile per disceverare, distinguere, discriminare i funghi edibili da quelli tossici, anche se sovente sono simili. :D
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Avatar utente
Eley&Me'
Daemian
Messaggi: 688
Iscritto il: sab 04/ott/2008 23:05:00
Età: 29

Messaggio da Eley&Me' » ven 26/dic/2008 12:39:00

Invece secondo me è meglio partire da un'idea generale (almeno per quanto riguarda internet) e studiare la situazione persona per persona, almeno si parte con l'idea che non bisogna fidarsi e che dall'altra parte dello schermo ci possa essere un mascalzone
Immagine
«Ma tu chi sei che avanzando nel buio della notte inciampi nei miei più segreti pensieri?» William Shakespeare

Rispondi