Le religioni, l'anima ed il daimon

Meditiamo sugli aspetti filosofici e formuliamo ipotesi ragionevoli sul Daimonismo!
Avatar utente
Bec *bory*
Daemian
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab 26/gen/2008 14:57:00
Età: 23
Contatta:

Messaggio da Bec *bory* » lun 02/giu/2008 19:19:00

* Abbraccia Saphiry commossa*

Beh, sinceramente, sull'anima non ho nient'altro da dire, apparte quello già detto... :roll:

Avatar utente
Saphiry e Deianira
Daemian
Messaggi: 5084
Iscritto il: lun 13/nov/2006 18:42:00
GPC: 15 nov 2006
Forma: Duck toller
Località: Un po' qui, un po' là
Età: 26

Messaggio da Saphiry e Deianira » lun 02/giu/2008 19:28:00

Sapete,ho scoperto che praticamente la chiesa cattolica condannò i daimon ritenendoli dei demoni,pensando che Socrate fosse posseduto o che parlasse con dei demoni,o qualcosa del genere...
Poi un certo papa disse che non era così,ma il destino dei daimon era segnato...
Egli disse che i daimon erano spiriti benigni o angeli custodi o qualcosa-del-genere...
Nessuno ha pensato che Socrate stesse comunicando con il suo Io interiore,o Super Ego o anima....
Ho scoperto inoltre che,scondo Jung,gli uomini avevano un'anima,una parte femminile che li completava,mentre le donne un animus,una parte maschile...
Sono modi diversi per parlare di un concetto in comune? Sempre dell'anima si tratta? O dovrei dire dell'animus? Visto che i daimon possono essere maschi o femine,l'anima ha un sesso?
7w6, ESTP, Gryffindor, Chaotic Good, Outsider

We're just a step from fearless,
reach out for me, my dearest.
Don't you cry,
you don't know, you're almost near it


1w9, INTJ, Raverin, Neutral Good, A Good Dog
Mostra

Avatar utente
Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4953
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 31

Messaggio da Claudio-Olyandra » lun 02/giu/2008 19:32:00

Penso proprio di sì, ma in italiano "animo" non è sinonimo di "anima", bensì indica il carattere, il coraggio (come nell'espressione: "Animo, ragazzi" o nell'aggettivo derivato "animoso", cioè ardimentoso, audace, gagliardo). :D
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!
Immagine

Avatar utente
Bec *bory*
Daemian
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab 26/gen/2008 14:57:00
Età: 23
Contatta:

Messaggio da Bec *bory* » lun 02/giu/2008 19:34:00

Già... :D

Avatar utente
Saphiry e Deianira
Daemian
Messaggi: 5084
Iscritto il: lun 13/nov/2006 18:42:00
GPC: 15 nov 2006
Forma: Duck toller
Località: Un po' qui, un po' là
Età: 26

Messaggio da Saphiry e Deianira » lun 02/giu/2008 19:34:00

Beh,potrei mantenere il termine latino e parlare,di un daimon maschio,come di un animus! XD
7w6, ESTP, Gryffindor, Chaotic Good, Outsider

We're just a step from fearless,
reach out for me, my dearest.
Don't you cry,
you don't know, you're almost near it


1w9, INTJ, Raverin, Neutral Good, A Good Dog
Mostra

Kooskia
Daemian
Messaggi: 96
Iscritto il: ven 29/feb/2008 15:16:00
Età: 30

Messaggio da Kooskia » lun 02/giu/2008 23:22:00

ne approfitto del poco tempo al pc disponibile (ancora una settimana di sforzi scolastici) per intromettermi nell'argomento visto anche che l'amico citato da Saphiry ero io.

La cosa nasceva essenzialmente dal fatto che mi considero materialista,
e cercando di far concidere ciò coll'essere daemian avevo prodotto una definizione di anima con la tripartizione della mente che spesso viene impiegata da molti filosofi : ragione, istinto e coscienza
e la coscienza = daimon
(essendo materialista sottilineo che comunque ciò che noi visualizziamo come daimon è un immagine che la nostra mente costrisce la tentazione di credere di avere davanti a noi sul serio il nostro daimon è forte, tuttavia rischiamo di perderci dietro a questo tentativo)



la mia voleva essere una negazione della definizione spesso riportata
daimon = anima sostituendola con daimon = coscienza e quini
daimon = una parte della nostra anima

per sottolineare comunque l'equilibrio che deve esistere tra le tre parti, non potremmo vivere normalmente senza il nostro daimon come non potremmo vivere senza la ragione o senza l'istinto

l'unico punto sul quale rimanevo in dubbio era se è corretto definire
coscienza(daimon) + istinto + ragione = anima

o piuttosto utilizzare un termine differente che eviti di collegarsi a una spiritualità religiosa, non che il termine "anima" lo implichi per forza ma non si può negare che un'uso secolare da parte delle religioni organizzate non ne abbia radicato l'idea

il mio "essere" ? il mio "io cosciente" ?
rimango in dubbio
ma che dubbi di fai venire ?? ragionamenti inutili nei quali ti perdi ( e fai perdere gli altri !!! povera Saphiry ..)

Avatar utente
Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4953
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 31

Messaggio da Claudio-Olyandra » lun 02/giu/2008 23:26:00

Lascia perdere l'uso secolare, perché non sempre ciò che più è radicato nella storia è poi logicamente o scientificamente impeccabile. :D

Il nostro daimon è coscienza, verissimo, ma a mio avviso partecipa pure della ragione, avuto riguardo alla vita vegetativa di chi è stato interciso. Forse solo l'istinto è estraneo al daimon, ma ritengo che il resto sia intrinsecamente presente in lui.
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!
Immagine

Avatar utente
tasso85
Daemian
Messaggi: 2127
Iscritto il: lun 04/feb/2008 19:33:00
Forma: Orso nero
Località: Ferrara, Emilia Romagna, Italia
Età: 34
Contatta:

Messaggio da tasso85 » lun 02/giu/2008 23:30:00

Kooskia ha scritto:ne approfitto del poco tempo al pc disponibile (ancora una settimana di sforzi scolastici) per intromettermi nell'argomento visto anche che l'amico citato da Saphiry ero io.
benincontrato :D e buona fortuna per gli sforzi scolastici
La cosa nasceva essenzialmente dal fatto che mi considero materialista,
e cercando di far concidere ciò coll'essere daemian avevo prodotto una definizione di anima con la tripartizione della mente che spesso viene impiegata da molti filosofi : ragione, istinto e coscienza
e la coscienza = daimon
(essendo materialista sottilineo che comunque ciò che noi visualizziamo come daimon è un immagine che la nostra mente costrisce la tentazione di credere di avere davanti a noi sul serio il nostro daimon è forte, tuttavia rischiamo di perderci dietro a questo tentativo)

la mia voleva essere una negazione della definizione spesso riportata
daimon = anima sostituendola con daimon = coscienza e quini
daimon = una parte della nostra anima

per sottolineare comunque l'equilibrio che deve esistere tra le tre parti, non potremmo vivere normalmente senza il nostro daimon come non potremmo vivere senza la ragione o senza l'istinto

l'unico punto sul quale rimanevo in dubbio era se è corretto definire
coscienza(daimon) + istinto + ragione = anima

o piuttosto utilizzare un termine differente che eviti di collegarsi a una spiritualità religiosa, non che il termine "anima" lo implichi per forza ma non si può negare che un'uso secolare da parte delle religioni organizzate non ne abbia radicato l'idea

il mio "essere" ? il mio "io cosciente" ?
rimango in dubbio
ma che dubbi di fai venire ?? ragionamenti inutili nei quali ti perdi ( e fai perdere gli altri !!! povera Saphiry ..)
premesso che anche io tendo a considerarmi materialista, credo che l'esserlo non implichi il rinunciare al concetto di spirito, o anima, che dir si voglia... l'idea della tripartizione della mente mi è sempre sembrata giusta e corretta, ed il daemon vi trova posto, come tu dici, come coscienza, ma non solo, è qualcosa di più...

se è vero che il daemon è solo una parte della nostra anima, penso tuttavia si tratti di quella più importante, quella che rappresenta la nostra sensibilità a ciò che c'è di bello e di buono (così come di brutto e cattivo) in tutto ciò che ci circonda, senza la quale altro non saremmo che gusci vuoti che respirano... trovo indubbio che il daemon interpreti ANCHE la parte della voce della coscienza, ma non solo quello :D
Non lo può certo sapere
questa foglia dell'ulivo
il nome di quel vento
che la vuole far cadere.

Ma io so sarà lo stesso
che soffierà il mio cuore
in quel Luogo oltre i luoghi
dove non basterà il mare...

Immagine Immagine

Gli Occhi del Nord -> http://occhidelnord.altervista.org

Kooskia
Daemian
Messaggi: 96
Iscritto il: ven 29/feb/2008 15:16:00
Età: 30

Messaggio da Kooskia » lun 02/giu/2008 23:35:00

Lascia perdere l'uso secolare, perché non sempre ciò che più è radicato nella storia è poi logicamente o scientificamente impeccabile.
questo era sottinteso, e purtroppo c'è ancora da lottarci per sta cosa che di questi tempi sembra proprio vogliano farci credere il contrario..

però vedi, in caso di intercisione non è che venga a mancare proprio l'uso della ragione pura, in effetti i dottori del centro a Bolvangar l'avevano subita però non è che non ragionassero tipo automi senza pensiero , anzi per ragionare ragionano quando per esempio decidiono di intercidere subito Lyra senza aspettare quel che gli mancava era proprio la coscienza !! il daimon,,
e per l'istinto non saprei, teniamo anche conto che tutte e tre le parti sono unite e quindi inevitabilmente tendono ad influenzarsi in maniera imprevedibile

Avatar utente
Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4953
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 31

Messaggio da Claudio-Olyandra » lun 02/giu/2008 23:36:00

Insomma, sottoscrivi la mia tesi, Matteo? Daimon = coscienza + ragione.
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!
Immagine

Rispondi