La Bolvangar del nostro mondo

Rispondi
Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 31

La Bolvangar del nostro mondo

Messaggio da Claudio-Olyandra » mer 19/mar/2008 16:26:00

Premetto che questo è un topic dal tema sostenuto, ciò nonostante anche delle cose spiacevoli occorre occuparsi. All'indirizzo http://www.associazionedeicostituzional ... o_frosini/ potrete trovare una sintesi delle atrocità commesse a Guantanamo, carcere illegale situato a Cuba e gestito dagli USA... Forse che hanno preso spunto dai metodi della Coulter per interrogare i sospetti? Si tratta di un esempio lampante di distruzione dei diritti umani e di abbrutimento dell'uomo, che a bestia si fa sembiante... Torture, maltrattamenti e mortificazioni: Pullman ha riprodotto nel suo romanzo scelleratezze che anche nella realtà tangibile vengono perpetrate, con l'ausilio di una segretezza che impedisce a lungo l'applicazione di ogni garanzia. Desidero sapere cosa ne pensino in proposito i nostri affezionati Daemian. Cani assassini è un buon commento? Poveri cani, loro non meritano questo paragone infamante. Ma non voglio orientare le altrui coscienze con giudizi anticipati...

P.S. L'articolo è un tantino lungo, ma molte parti sono retroscena storici e possono essere saltate, ok?
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

tasso85

Messaggio da tasso85 » mer 19/mar/2008 18:09:00

è una gran brutta cosa, decisamente. ed è tanto peggio perchè noi non possiamo farci molto, se non rendere la cosa il più pubblica possibile, ma anche così, temo cambierò poco...

Avatar utente
Rani e Katya
Daemian
Messaggi: 1334
Iscritto il: mar 16/set/2008 19:00:00
GPC: 21 giu 2008
Località: R'lyeh
Età: 25
Contatta:

Messaggio da Rani e Katya » ven 23/gen/2009 18:11:00

Accidenti! :(
Per fortuna hanno deciso di chiudere il carcere (se non ho capito male).
GPC: 21 giugno 2008, ore 23:30.

Immagine
The freedom to realize dreams.

La più antica e potente emozione umana è la paura e la paura più antica e potente è la paura dell'ignoto. (HPL)
Immagine

Avatar utente
Cassandra e Sibilin
Daemian
Messaggi: 4459
Iscritto il: mer 17/dic/2008 16:05:00
GPC: 08 dic 2008
Forma: campo base
Località: Qui.
Età: 30

Messaggio da Cassandra e Sibilin » ven 23/gen/2009 20:27:00

Si, per fortuna.
Guanatanamo era (è ancora, mi correggo!) un insulto all'intelligenza e dignità umane.
I'll shake the ground with all my might
I will pull my whole heart up to the surface
For the innocent, for the vulnerable
I'll show up on the front lines with a purpose
And I'll give all I have, I'll give my blood, I'll give my sweat-
An ocean of tears will spill for what is broken
I'm shattered porcelain, glued back together again
Invincible like I've never been

Avatar utente
RedSoul&Denzela
Daemian
Messaggi: 476
Iscritto il: gio 25/set/2008 21:45:00
GPC: 0- 9-2008
Forma: Leopardo siberiano
Età: 31

Messaggio da RedSoul&Denzela » ven 23/gen/2009 21:04:00

Sì, entro l'anno prossimo, se non sbaglio.
Almeno una buona notizia...

Avatar utente
Andrea & Danika
Daemian
Messaggi: 247
Iscritto il: gio 04/dic/2008 21:28:00
Località: Oriago (Ve)
Età: 39

Messaggio da Andrea & Danika » ven 23/gen/2009 21:30:00

Allora qui bisogna specificare per chi non è avvezzo al tema... Ahia preparatevi... :

1. L'iniziale motivazione di Guantanamo e poi cosa è diventata


2. Perchè e solo ora qualcuno ha detto Basta

N.B. alcune nozioni sono andato a cercarle per non scrivere castronerie.

1. Durante la guerra ispano-americana Guantanamo divenne base per la flotta statunitense che vi si riparò nel 1898 a causa di una stagione dalle severe condizioni meteorologiche. Le truppe imbarcate furono inviate a terra per espugnare, insieme agli scout cubani le postazioni spagnole. Ottenuto il controllo dell'area, vi si costruì la base, che tuttora vi è ospitata ed il cui nome convenzionale militare è GTMO o "Gitmo". Poi nel 2002 viene inserita una prigione nella base.

Alcuni osservatori sostengono che i reclusi non sarebbero classificati come prigionieri di guerra, né come imputati di reati ordinari (il che potrebbe garantire loro processi e garanzie ordinarie), ma sarebbero invece ristretti come detainees (detenuti) senza dichiarato titolo.

2. Allora qui mi son documentato per date e nomi.


Il 29 giugno 2006, in occasione dell'appello di un detenuto, Salim Ahmed Hamdan, una sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito la violazione della Convenzione di Ginevra e il Codice di Giustizia Militare statunitense dovuta:

* alle modalità di detenzione dei prigionieri all'interno della base di Guantanamo ed
* ai tribunali militari speciali istituiti per giudicarne i detenuti.

La legislazione approvata a dicembre 2005 (legge sul trattamento dei detenuti del 2005) ha revocato il diritto dei detenuti di Guant?namo di presentare istanze di habeas corpus presso corti federali statunitensi contro la loro detenzione o trattamento, permettendo soltanto limitati appelli contro le decisioni dei Tribunali di revisione dello status di "combattente" e delle commissioni militari. ? così stato messo in discussione il futuro di circa 200 casi in corso in cui i detenuti avevano presentato ricorso contro la loro detenzione in seguito a una sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti del 2004 che aveva decretato il loro diritto a presentare tali ricorsi.

Ci sono oltre a foto, anche rapporti di AI che descrivono la situazione a livelli a dir poco assurdi:

* I Tribunali di revisione dello status di combattente (CSRT) istituiti dal governo nel 2004, hanno reso noto, nel marzo 2004, che il 93% dei 554 detenuti esaminati erano da considerarsi a tutti gli effetti ?combattenti nemici?. I detenuti non avevano un rappresentante legale e molti di loro hanno rinunciato a partecipare alle udienze dei CSRT, che potevano avvalersi di prove segrete e di testimonianze estorte sotto tortura.

* nell'agosto 2005, un imprecisato numero di reclusi ha ripreso lo sciopero della fame già iniziato a giugno per protestare contro la perdurante mancanza di accesso a una corte indipendente e contro le dure condizioni di detenzione, che sarebbero state caratterizzate anche da violenze e pestaggi. Più di 200 detenuti (cifra contestata dal Dipartimento della Difesa) avrebbero partecipato almeno a una fase della protesta. Diversi detenuti hanno denunciato di essere stati vittime di aggressioni fisiche e verbali e venivano alimentati a forza: alcuni hanno riportato lesioni causate dall'inserimento brutale di cannule e tubi nel naso. Il governo ha negato qualsiasi maltrattamento. A fine anno lo sciopero della fame era ancora in corso.

* a novembre 2005 tre esperti in diritti umani delle Nazioni Unite hanno declinato l'offerta di visitare la base di Guant?namo presentata dal governo degli Stati Uniti, poiché quest?ultimo aveva posto restrizioni contrastanti con quanto normalmente stabilito dagli standard internazionali sulle ispezioni di questo tipo.

Obama ha chiuso Guantanamo ufficialmente con la usa firma, ma ora che sia fisicamente chiusa ci vorrà del tempo.


Tendo a precisare che ci sono anche altri corpi speciali che usano sistemi di "tortura" per avere informazioni o altro dai malviventi, esempio il BOBE, gli squadroni della morte in Brasile (un bel film da vedere su come agiscono "Tropa d'Elite"), ma di questi non se ne parla mai abbastanza e sono peggiori di questi di Guantanamo (non voglio dire che li giustifico o altro)
Immagine

Immagine

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 31

Messaggio da Claudio-Olyandra » lun 16/feb/2009 15:19:00

Andrea, la tua sintesi è ammirevole e pregnante. :D
Sì, ci sono situazioni anche peggiori in moltissimi Stati, ma nessuno di questi si vanta di essere l'archetipo universale di democrazia né tenta di esportarla con tracotanza. Non che la drammatica questione dei diritti umani in Cina od altrove vada taciuta - non sia mai! -, ma l'ipocrisia e la falsità premeditate hanno sempre suscitato il mio disprezzo più acido. :evil:
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Rispondi