Wishmaster

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 33

Messaggio da Claudio-Olyandra » dom 16/mar/2008 22:39:00

Se non è cosa coperta dal segreto di Stato, potresti espormelo? Di dolore me ne intendo... Semmai via MP...
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

tasso85

Messaggio da tasso85 » dom 16/mar/2008 22:57:00

Di dolore me ne intendo...
beh, mi dispiace... non è mai una bella cosa essere esperti di dolore, secondo me... perchè per essere esperti di dolore, si deve soffrire...

comunque, niente MP, non faccio segreto del mio sogno impossibile, considerando che oramai su questo forum credo di averlo sbandierato OVUNQUE, visto che ci riguarda in maniera diretta :D

semplicemente, pagherei qualsiasi cosa per poter abbracciare la mia Kasy, poterla stringere a me, sentirla tra le mie mani, e sapere che non è un sogno...

eppure, E' un sogno, che non potrà mai realizzarsi... ma non posso fare a meno di fantasticarci sopra, e quando la fantasia finisce, ogni volta è più doloroso tornare alla realtà, e so che dovrei lasciar perdere e basta ma non ci riesco... anche Kasy me lo dice ripetutamente... e io non le do ascolto...

sono senza speranza... ecco quello che un semplice libro, o meglio, una semplice idea (ma sono poi semplici, le idee?), può fare ad una persona...

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 33

Messaggio da Claudio-Olyandra » dom 16/mar/2008 23:03:00

tasso85 ha scritto:sono senza speranza... ecco quello che un semplice libro, o meglio, una semplice idea (ma sono poi semplici, le idee?), può fare ad una persona...
Tu sei senza speranza tanto quanto io sono uno Spettro. Tu sei un ragazzo uomo?, sì, scusa, ma proietto all'esterno il mio desiderio di restar "piccolo", dicevo, sei una persona sensibile, affettuosa, acuta, mentalmente spessa e sagace quando serve. Il 95% degli italiani non sarebbe capace di vivere il tuo dolore, non perché handicappata, bensì perché incapace di librarsi oltre la "materia grezza yodiana" (SW 5, Yoda: ), di avvertire l'immensità della dimensione spirituale ed i doni che da essa promanano. Tu non sei senza speranza, sei un eletto e, come tale, ne paghi il fio, che consiste nella frustrazione e talvolta nella solitudine.
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

tasso85

Messaggio da tasso85 » dom 16/mar/2008 23:24:00

Il 95% degli italiani non sarebbe capace di vivere il tuo dolore, non perché handicappata, bensì perché incapace di librarsi oltre la "materia grezza yodiana" (SW 5, Yoda: ), di avvertire l'immensità della dimensione spirituale ed i doni che da essa promanano
mi inchino alla saggezza del Maestro... in effetti, ciò che dici ha senso, e quella è una citazione azzeccatissima... ma forse io non mi accontento della dimensione spirituale, voglio di più, rendere materiale ciò che non lo è... e questa contraddizione, porta alla tristezza per qualcosa che non si può avere...

eppure, non so, dentro mi sento come se io avessi il DIRITTO di avere questo mio sogno realizzato (da dove venga poi questa convinzione? mah!) e che qualcuno, illegittimamente, me lo abbia negato... Dio! Mi senti! sto parlando con te! qui qualcuno ha commesso un grosso errore (beh, più di uno, in verità, ma questo è sicuramente uno dei più grossi in assoluto), e quel qualcuno non sono io!
sei una persona sensibile, affettuosa, acuta, mentalmente spessa e sagace quando serve

[...]

Tu non sei senza speranza, sei un eletto e, come tale, ne paghi il fio, che consiste nella frustrazione e talvolta nella solitudine.
ma ne vale la pena, se questa è la ricompensa? dolore e frustrazione... e la solitudine! credevo di essere una persona solitaria, credevo che la solitudine mi piacesse davvero (ed in realtà è ancora così, in un certo senso), eppure mi trovo a cercare proprio l'unico tipo di compagnia che NON posso avere...

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 33

Messaggio da Claudio-Olyandra » lun 17/mar/2008 00:03:00

tasso85 ha scritto:mi inchino alla saggezza del Maestro... in effetti, ciò che dici ha senso, e quella è una citazione azzeccatissima... ma forse io non mi accontento della dimensione spirituale, voglio di più, rendere materiale ciò che non lo è... e questa contraddizione, porta alla tristezza per qualcosa che non si può avere...
Ti ringrazio per il titolo, mi onora riceverlo. Ma cos'hai capito? Lui si riferiva a Yoda. Eh? Dai che sto scherzando! Può sembrare un circolo vizioso, ma l'uomo cerca proprio di render matariale quanto fuoriesce dall'ambito dei sensi per poterlo dominare e controllare agilmente; poi, una volta riuscitoci, agogna altro spirito, poiché la sostanza grezza è piatta ed inerte e signoreggiare su di essa è scialbo e l'uomo vuole sempre superare sé medesimo e violare la finitudine del terreno in cerca di nuove conquiste e nuovi orizzonti. Questo NON equivale a dire che se la tua Kasy diventasse corporea, presto non sarebbe più causa di attrattiva per te; più concisamente è una spiegazione della tua movenza interiore, del fatto che vuoi di più (SW 3, Anakin: ).
tasso85 ha scritto:eppure, non so, dentro mi sento come se io avessi il DIRITTO di avere questo mio sogno realizzato (da dove venga poi questa convinzione? mah!) e che qualcuno, illegittimamente, me lo abbia negato... Dio! Mi senti! sto parlando con te! qui qualcuno ha commesso un grosso errore (beh, più di uno, in verità, ma questo è sicuramente uno dei più grossi in assoluto), e quel qualcuno non sono io!
Tu invochi il diritto alla felicità, che è "inviolabile per tutti gli individui" (art. 24, Cost. Rep. Antropodaimoniana). Nulla si può recriminare su questo punto, perché la Ragione che Irradia l'Universo è dalla tua, salvo che per un microscopico granello di polvere: se non credi nell'esistenza di Dio, non puoi addossargli colpa alcuna. Oh, ma lui crede nell'esistenza di Dio, però lo ritiene indegno del ruolo, atteso anche il suo assunto "non gli riconosco il diritto di giudicarmi"! Caspita, ti promuovo Gran Veggente!
tasso85 ha scritto:
sei una persona sensibile, affettuosa, acuta, mentalmente spessa e sagace quando serve. [...] Tu non sei senza speranza, sei un eletto e, come tale, ne paghi il fio, che consiste nella frustrazione e talvolta nella solitudine.
ma ne vale la pena, se questa è la ricompensa? dolore e frustrazione... e la solitudine! credevo di essere una persona solitaria, credevo che la solitudine mi piacesse davvero (ed in realtà è ancora così, in un certo senso), eppure mi trovo a cercare proprio l'unico tipo di compagnia che NON posso avere...
Il dolore e la frustrazione, la solitudine e l'angoscia non sono i salari dello status di eletto, ma i corollari dell'opacità delle menti e della sorda ottusità dei cuori della moltitudine. Non soffriresti così, se ci fossero più persone abili nello spiegare le ali verso l'immenso, dunque è d'uopo, ad un tempo, tenere il merito dell'eccellenza e propagandarne l'ineffabile leggiadria spirituale!
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

tasso85

Messaggio da tasso85 » lun 17/mar/2008 10:19:00

Claudio-Olyandra ha scritto:Ti ringrazio per il titolo, mi onora riceverlo. Ma cos'hai capito? Lui si riferiva a Yoda. Eh? Dai che sto scherzando!
Ma io mi riferivo davvero a Yoda, è lui il Maestro Jedi per eccellenza dopotutto, al cui confronto noi non siamo altro che miseri Padawan
Può sembrare un circolo vizioso, ma l'uomo cerca proprio di render matariale quanto fuoriesce dall'ambito dei sensi per poterlo dominare e controllare agilmente; poi, una volta riuscitoci, agogna altro spirito, poiché la sostanza grezza è piatta ed inerte e signoreggiare su di essa è scialbo e l'uomo vuole sempre superare sé medesimo e violare la finitudine del terreno in cerca di nuove conquiste e nuovi orizzonti.
in questo caso, quello che chiedo è lievemente diverso da una semplice materializzazione di ciò che è spirituale, in quanto dovrebbe diventare materiale senza perdere la sua spiritualità, cioè essere materiale E spirituale INSIEME.
Questo NON equivale a dire che se la tua Kasy diventasse corporea, presto non sarebbe più causa di attrattiva per te;
ci puoi scommettere!
più concisamente è una spiegazione della tua movenza interiore, del fatto che vuoi di più (SW 3, Anakin: ).
già, e abbiamo visto tutti a cosa lo ha portato il "volere di più"... forse dovrei fermarmi finchè sono ancora in tempo, lontano dal bordo del baratro... forse dovrei accontentarmi e basta...

tra le dita tutto fugge via, come neve, come una bugia...
Tu invochi il diritto alla felicità, che è "inviolabile per tutti gli individui" (art. 24, Cost. Rep. Antropodaimoniana). Nulla si può recriminare su questo punto, perché la Ragione che Irradia l'Universo è dalla tua, salvo che per un microscopico granello di polvere: se non credi nell'esistenza di Dio, non puoi addossargli colpa alcuna. Oh, ma lui crede nell'esistenza di Dio, però lo ritiene indegno del ruolo, atteso anche il suo assunto "non gli riconosco il diritto di giudicarmi"! Caspita, ti promuovo Gran Veggente!
diciamo che Oly ha quasi azzeccato il punto: io non credo nel Dio dei cristiani, degli ebrei o dei musulmani, secondo me un tale Dio non esiste, e se esiste, allora, come dice Oly, effettivamente non lo ritengo adeguato al ruolo che ricopre, per quanto possa sembrare paradossale che il Creatore venga giudicato da una sua creatura...

ma non escludo a priori l'esistenza di un essere di immensi poteri che potrebbe essere paragonabile ad un Dio, ma di sicuro, come lo immagino io è molto diverso da come viene visto nelle religioni "classiche"...

Avatar utente
Cenere81
Daemian
Messaggi: 313
Iscritto il: ven 04/mag/2007 11:19:00
Località: roma
Età: 40

Messaggio da Cenere81 » gio 20/mar/2008 12:22:00

caro tasso,capisco il tuo forte desiderio di volere il tuo daimon materializzarsi, ma pensa che siamo tutti nelle tue stesse condizioni: tutti noi vorremmo vedere e toccare, avere al fianco i nostri compagni, ma sappiamo bene che questo non è possibile. ringrazia il cielo (o chi vuoi tu) che hai un ottimo rapporto con la tua daimon, io a volte ho ancora problemi di visualizzazione e dialogo con naif!
se posso darti un consiglio da amica, cerca di accettare questa situazione e di non isolarti troppo dal resto degli umani, anche se sono (e siamo) pieni di difetti per non dire a volte pessimi, abbiamo bisogno del nostro prossimo, sia dal punto di vista materiale che morale, psicologico affettivo ecc. spero di non essermi intromessa troppo, e non farmi preoccupare ok?! :wink:

tasso85

Messaggio da tasso85 » gio 20/mar/2008 12:33:00

Cenere81 ha scritto:caro tasso,capisco il tuo forte desiderio di volere il tuo daimon materializzarsi, ma pensa che siamo tutti nelle tue stesse condizioni: tutti noi vorremmo vedere e toccare, avere al fianco i nostri compagni, ma sappiamo bene che questo non è possibile.
Mal comune, mezzo gaudio? scherzo ovviamente... però non so se voi ci siete rimasti male come è successo a me... ma forse prendo tutto troppo sul serio...
ringrazia il cielo (o chi vuoi tu) che hai un ottimo rapporto con la tua daimon, io a volte ho ancora problemi di visualizzazione e dialogo con naif!
beh, diciamo che il dialogo non è un problema, anche se parliamo abbastanza poco, come Lee ed Hester :D... quanto alla visualizzazione, non parliamone, perchè sono uno zero assoluto in quella, tanto che ho semplicemente smesso di provarci (e so che non dovrei...)
se posso darti un consiglio da amica, cerca di accettare questa situazione e di non isolarti troppo dal resto degli umani, anche se sono (e siamo) pieni di difetti per non dire a volte pessimi, abbiamo bisogno del nostro prossimo, sia dal punto di vista materiale che morale, psicologico affettivo ecc. spero di non essermi intromessa troppo, e non farmi preoccupare ok?! :wink:
non ti sei intromessa, stai tranquilla, se non avessi voluto che si sapesse, se non avessi voluto parlarne, semplicemente non avrei risposto alla domanda di Claudio :D

quanto alla tua preoccupazione, puoi farla subito sparire: io sono un tipo solitario, lo ammetto, ma non perchè faccio di tutto per stare lontano dalla gente, anzi, io non mi isolo dagli altri, semplicemente a volte mi piace stare da solo a pensare, a prendermi il mio tempo per me stesso :D

sono introverso, ma non fuggo certo la compagnia degli amici! anzi, proprio questa settimana devo andare a trovare il mio caro amico psicologo (beh non lo è ancora, sta ancora studiando). è stato lui l'unico con cui io abbia parlato di tutta la faccenda dei daemon, di come mi sentivo dopo aver visto il film, e mi ha aiutato molto, fosse anche solo perchè mi ha lasciato sfogare :D

Avatar utente
Cenere81
Daemian
Messaggi: 313
Iscritto il: ven 04/mag/2007 11:19:00
Località: roma
Età: 40

Messaggio da Cenere81 » gio 20/mar/2008 12:37:00

perfetto! ora sto più tranquilla, scusa ma dai tuoi messaggi mi pareva di avvertire un tuo forte disagio e mi dispiaceva.... :wink:

tasso85

Messaggio da tasso85 » gio 20/mar/2008 12:40:00

diciamo che ti pareva bene! nel senso che ogni volta che ci penso, non posso fare a meno di sentire una goccia di nostalgia e di tristezza per ciò che sarebbe potuto essere, per ciò che avremmo potuto avere, e che invece ci è negato... ma non ne morirò di sicuro, e non scusarti, non ce n'è assolutamente bisogno :D

Rispondi