Spero vi piaccia

Avatar utente
Bec *bory*
Daemian
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab 26/gen/2008 14:57:00
Età: 25
Contatta:

Messaggio da Bec *bory* » mar 04/mar/2008 18:03:00

Grazie mille anke a te Lyra!!!! :D

Avatar utente
Bec *bory*
Daemian
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab 26/gen/2008 14:57:00
Età: 25
Contatta:

Messaggio da Bec *bory* » mer 05/mar/2008 15:21:00

Ecco il sesto capitolo:

CAPITOLO 6

-Ma di che diavolo stai parlando?Chi è qui?- chiese Bill, cominciando ad allarmarsi.Kate guardò Notte uno sguardo carico di significati.Poi, si avvicinò a Bill e gli disse nervosa:
-Non c?è assolutamente il tempo per spiegare!Devi solo correre!-
-Ma che stai dicendo?Non so neanche da chi stiamo scappando!-
-Da lui!Il Nemico!-
-Mi spieghi chi è?-
-Ti prego, scappiamo!- gridò Kate.Araphon ululò tristemente.Sembrava che lui non sapesse nulla di niente, ma per l?appunto sembrava ? Bill notò che era molto spaventata, e annuì.Così, cominciarono a correre follemente per il bosco.
-Non prendiamo il sentiero principale!- gridò la ragazza - altrimenti per loro sarà più facile trovarci!-
-Va bene!- Gridò di rimando lui.Di botto, il cielo si oscurò e cominciò a piovere forte.I ragazzi rallentarono l?andatura, ma continuarono a correre imperterriti, spesso ostacolati dai grandi alberi che lungo il sentiero principale non li intralciavano.Incespicarono, si ferirono, scivolarono sul fango,s? inzupparono fino al midollo, ma mai si arresero.Finchè sentirono delle grida dall?alto, e una voce autoritaria ordinare a tutte quelle grida:
-Smettetela!Dobbiamo trovarli, capito, e li voglio VIVI!Mi serve anche il ragazzo!Voglio vederli soffrire un po?alla volta, prima di strappargli di mano i loro preziosi oggetti!-
-Sì, nostro Signore-
-Guardate!Lì degli alberi si muovono!-
-Allora sono lì!Prendiamoli!-
-La pagheranno per aver ucciso Gladius ? -
I ragazzi si fermarono, rintanandosi dietro un cespuglio.
-Non li vedo più!Ma dove sono finiti?-
-Zitto e cerca!-
Kate e Bill, con il cuore che batteva a mille e sembrava gli arrivasse in gola, si guardarono con gli occhi sbarrati per la paura.Poi, senza che potessero dire una parola, qualcuno passò sopra le loro teste e afferrò Kate per i capelli.
-AIUTO!- gridò lei, mentre uno dei servitori del nemico la trascinava in volo.Bill si alzò in piedi e con la mano fece partire un incantesimo che colpì il polso dell?uomo, che per il dolore lasciò andare Kate e volò via in cerca di rinforzi.Kate cadde però in un fiume che scorreva lì vicino, e non sapeva nuotare ?
-Oh no!Che ho cosa fatto?- si chiese il ragazzo.Cominciò a correre con Notte e Araphon verso il fiume.Arrivarono su una sponda e come per magia, videro Kate riemergere dalle acque grigie e fredde come il ghiaccio.
-Ma allora sai nuotare!- gridò Bill, gettandosi nel fiume per andare ad aiutarla.
-Un po? - sorrise lei.Uscirono dall?acqua ancora più fradici di prima, e senza aver dimenticato i nemici, corsero di nuovo, e arrivarono a una piccola radura ombrosa .Lì si sedettero, e improvvisamente, su di loro cadde una gabbia di legno magico, quello che solo i denti di un lupo potevano corrodere. Kate si alzò e cominciò a scuotere le sbarre, gridando e invocando aiuto.
-Fermati - disse Araphon - non servirà a niente-
Kate si risedette e cominciò a pensare che quella era davvero la fine.Notte le si avvicinò e tentò di consolarla. L?unico che non ebbe particolari reazioni era Bill.Si sentiva strano, come se vicino a lui ci fosse qualcuno che già conosceva, qualcuno di famigliare ? e non era Kate. Dall?ombra degli alberi, arrivò un flebile uggiolio. Si videro nel buio due occhi gialli, profondi e sinceri. E piano piano, apparve una lupa.
- E? stato il mio padrone ad intrappolarvi qui, vero?- domandò con tristezza.
-Tu sei il famiglio del Nemico?- chiese Kate.
-Sì- disse quasi mortificata la lupa - mi dispiace per quello che vi sta facendo ? vorrei tanto aiutarvi ? -
-Ma tu non devi stare dalla sua parte?- chiese Notte.
- Sì ma ? io non condivido ciò che fa, non ho i suoi ideali, niente ? non mi sento il suo famiglio, il suo aiuto ? - Kate, Bill, Notte ed Araphon provarono pena per quella creatura, che sembrava dolce e molto sensibile, come una ?
-Mamma?- mormorò Bill, per non farsi sentire dagli altri.
-Se c?è un modo per aiutarvi ? - disse timidamente la lupa.Araphon sembrò riflettere a lungo, poi disse:
-Tu sei una lupa ? puoi rosicchiare le sbarre e farci fuggire!-
-Ma certo!- disse la lupa felice.Si avvicinò alla gabbia e cominciò a spezzare le sbarre con le lunghe zanne.Kate osservò quindi più da vicino la lupa, e la trovò bellissima.Aveva il pelo bianco con alcune striature grigie, il corpo snello e affusolato, le zampe robuste e dei bellissimi occhi gialli-verdini. I denti erano immacolati e piuttosto lunghi, affilati come rasoi. Passarono circa 5 minuti, quando riuscì ad abbattere tutte le sbarre sufficienti per farli uscire.
-Grazie mille - disse Kate grata, accarezzando la lupa sulla testa e uscendo dalla prigione insieme agli altri.
- C?è un problema - disse Bill.
-Quale?-
-Il tuo padrone saprà subito che sei stata tu a liberarci- disse Bill.In tutta risposta, la lupa sorrise.
-Ma non hai paura di morire?Di essere uccisa per tradimento?- disse stupita Notte.
- No ? perché so che prima di andarmene, prima di morire, ho fatto tutto il possibile e tutto ciò in mio possesso per rendere il mondo migliore e aiutare il prossimo ? e non conta se ci rimetterò la vita per via di una mia buona azione, o di un mio tradimento, perché io ho fatto il possibile ? - detto questo, lanciò un lungo sguardo a Bill e corse via, nel buio della foresta, andando incontro, senza paura, al suo destino.

********************************************************************

Era calata la sera.Il nemico se n?era andato. Kate stava riscaldandosi le mani al fuoco, e fissava Bill, assorto nei suoi pensieri. Disse infine:
-Non ti ho detto la verità. -
-Lo sapevo.Non l?ho fatto neppure io.Ma ora racconta ? - Kate cominciò a raccontare, e quando ebbe finito, fu il turno di Bill. Raccontò con tristezza la sua storia, rievocando ricordi ormai quasi dimenticati, e con nostalgia, ricordò i suoi genitori.
-Mi dispiace molto - disse con dispiacere Kate.Bill fece spallucce.Quando decisero di andare a letto, Bill rovesciò un secchio d?acqua sul fuoco e lo coprì di terra.Afferrò la sua coperta e si rintanò in un angolo, insieme ad Araphon.
-Che strano ragazzo - fece Kate.Notte sospirò e si nascose anche lei sotto la coperta come Kate.Lei si addormentò quasi subito, mentre Bill rimuginava, vigile e attento.
?Quella lupa ? pensò ?mi ricorda mia madre ? la sua voce, il suo sguardo, i suoi modi di fare ? ma non può essere lei ? ? e cullato dalla fresca brezza notturna, si addormentò.

Cm procede?

Avatar utente
Fede e Pyrrheus
Daemian
Messaggi: 1107
Iscritto il: gio 24/gen/2008 21:14:00
Località: Milano.
Età: 26

Messaggio da Fede e Pyrrheus » mer 05/mar/2008 15:25:00

Mooooooooolto bn!!!!!! Fantastica!!!
For a long time I was afraid to be who I am, because I was taught by my parents there’s something wrong with someone like me.
Something offensive, something you would avoid - maybe even pity. Something that you would never love.
[...] I was afraid of this parade because I wanted so badly to be a part of it.
So today I’m marching for that part of me that was much too afraid to march. And for all the people who can’t march. The people living lives like I did. Today I march to remember that I’m not just a me. I’m also a we.
And we march with pride.

-- Nomi Marks [about Gay Pride], Sense8

Avatar utente
Bec *bory*
Daemian
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab 26/gen/2008 14:57:00
Età: 25
Contatta:

Messaggio da Bec *bory* » mer 05/mar/2008 18:29:00

Grazie 1000 Lyra!!!!!!!!!!!Sempre gentilissima :D

tasso85

Messaggio da tasso85 » mer 05/mar/2008 18:56:00

bene... piccolo appunto: essere intrappolati da un legno che può essere tagliato solo dai denti di lupo e subito ricevere l'aiuto di una lupa è una tecnica narrativa definita "deus ex machina", e trovo che andrebbe usata con mooolta parsimonia...

Avatar utente
Bec *bory*
Daemian
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab 26/gen/2008 14:57:00
Età: 25
Contatta:

Messaggio da Bec *bory* » mer 05/mar/2008 18:58:00

sì certo...infatti la uso solo ora...

Avatar utente
Bec *bory*
Daemian
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab 26/gen/2008 14:57:00
Età: 25
Contatta:

Messaggio da Bec *bory* » mar 11/mar/2008 14:41:00

Ecco il settimo capitolo...l'ho spezzato xkè e mlt lungo xD

CAPITOLO 7

Ormai erano passate settimane dall?ultimo attacco.I giovani ancora viaggiavano in quei boschi ininterrotti, e i loro occhi si erano abituati a ciò.La stagione autunnale si era succeduta all?inverno, che non mancava di farsi sentire col suo gelo. Durante le loro soste, i ragazzi ripensavano al famoso enigma del calamaio.
-Che bisogni mettere dentro una piuma d?uccello?- chiese una volta Kate.Bill scosse la testa.Quando il freddo cominciò a farsi più intenso, le loro energie per gli incantesimi calarono notevolmente, costringendoli a procurarsi il cibo senza la magia.Fino ad allora non era ancora nevicato, altrimenti probabilmente sarebbero morti assiderati.Ma un mattino si svegliarono con dei fiocchi di neve che lentamente cadevano, rendendo bianchi tutti gli alberi, i cespugli, l?erba ?
-Guarda Kate!- disse Bill, correndo allegro sotto la neve - è bellissimo! - Nonostante il freddo a cui avrebbero dovuto sopravvivere, i ragazzi erano contenti che fosse arrivata una leggera distrazione dai loro cupi pensieri. Giocarono a palle di neve, a rincorrere i loro famigli, tutti imbacuccati in pesanti cappotti e lunghe sciarpe. Alla fine venne ora di pranzo, e Bill fu incaricato di procurare qualcosa per tutti. S?incamminò fra il fogliame, con la neve fino alla caviglia e che ancora scendeva fitta. Rabbrividendo, non vide una piccola discesa coperta di neve, e cominciò a rotolare per il pendio, mentre si faceva un tutt? uno con la neve.Alla fine il terreno tornò pianeggiante e Bill si fermò.
-Accidenti!- disse stizzito, mentre cercava di togliersi un po?di neve dalle spalle.Si guardò un po?intorno, e vide, abbarbicato sulla cima della collinetta, un tronco. Improvvisamente, gli venne un?idea, e corse a chiamare Kate.

********************************************************************

-Dai, Bill, cosa dovremmo fare qui?- chiese Kate. Arrivò con Bill e i famigli al tronco, lo osservò, poi guardò la discesa e disse:
-Oh no, scordatelo!-
-E dai, sarà divertente!- la implorò Bill.
-Ok, ok! - sospirò Kate rassegnata.
Bill si sistemò davanti, Kate dietro, cingendogli la vita, Notte dietro di lei e Araphon sulla spalla di Bill.
-Pronta?VIA!- disse Bill, che con uno spintone fece partire il tronco.
I ragazzi e i famigli gridarono all?unisono, fra il divertimento e il terrore. Arrivarono alla fine della discesa, ma Bill sterzò e continuarono a viaggiare col tronco sul sentiero pianeggiante.
-Ehm ? Bill ? - disse Kate - so che è bello, ma non ci potremmo fermare?
-Non sono io! ? il tronco che sembra impazzito!- disse il ragazzo, spaventato, mentre il tronco zigzagava fra gli alberi.
-AIUTO!- fece Kate. Continuarono così per un bel po?, finche in lontananza non distinsero un casolare.
-Oh no! Andiamo a sbattere contro il cancello!-
-Che cosa?-
- E? vero, sai?- lo scontro col cancello fu inevitabile.Ma con sorpresa dei ragazzi, non si fecero niente. Arrivati al portone di casa, sfondarono anche quello. Il viaggio s?interruppe. Erano entrati in quello che si poteva definire uno studio con salottino. Kate andò a sbattere contro una libreria, rovesciando centinaia di libri, alcuni dei quali le caddero in testa; Bill andò a sbattere contro una scrivania, ribaltandola.Migliaia di fogli si sollevarono, mentre qualche boccetta d?inchiostro si spaccò. Nella stanza c?era un elegante caminetto, con di fronte un divanetto e vicino una poltrona. Su di essa era seduto un anziano signore, vestito elegantemente. Alla vista, o meglio all?irruzione improvvisa dei due ragazzi in casa sua, si fermò a mezz?aria mentre voltava una pagina del quotidiano che stava leggendo.Kate si rialzò dolorante e così pure Bill.
-Che ci fate voi quattro qui?- chiese il signore, sbalordito.
-Mi sc-scusi - disse Bill, massaggiandosi il braccio - n-non volevamo glielo assicuro-
-Sì è vero - disse Kate- non volevamo assolutamente disturbarla.- Il signore li scrutò a lungo, poi disse:
-Sedetevi, io sistemo questo disastro. Vi devo parlare.-
Kate rivolse uno sguardo spaventato a Bill, cercando di parlargli disperatamente con la mente, e ?.
?Bill? Mi senti?? Bill sbarrò gli occhi: poteva sentirla!
?Ringraziate noi per questo? s?intromessero nella conversazione mentale i due famigli.
?Grazie? dissero i due nella mente.
?Ci punirà, vero?? chiese mentalmente Kate a Bill.
?Non lo so ? staremo a vedere ? rispose alla stessa maniera lui.
Il signore finì di risistemare il tutto e si avvicinò ai ragazzi, stritolati l?un l?altro sul piccolo divano. L?uomo si sedette sulla poltrona, e cominciò il suo discorso:
-Non credo che ci siate finiti per caso in casa mia.Perciò esigo spiegazioni.-
- Stavamo giocando e bast ? cominciò Bill.
-Niente frottole!- lo interruppe l?altro- qui vicino non ci sono altre persone a parte me e mia moglie Rosemary. Quindi, niente chiacchiere, maghetti -
?Bill? lo chiamò Kate nella mente ? dobbiamo fidarci per forza.Dì la verità o faremo una brutta fine, te lo assicuro?
?E va bene!?
-Allora ? ehm ? io mi chiamo Bill, Bill Williams e lei è ? -
?Ti dispiace se dico chi sei??
?No?
-Allora, lei è Kate Sanderson. Io vengo da St. Averder, lei invece ? -
?Non mi hai mai detto da dove vieni!?
?Vengo da Fairy Aberdun ? ?
?Ok?
-Lei viene da Fairy Aberdun. Ci siamo incrociati a St. Averder, ma è meglio se la sua storia la racconti lei. Io sono nato a St.Averdur con la mia famiglia. Quando compì undici anni, mio padre mi portò a fare una gita, io e lui da soli. ?Un grande onore!? , mi disse ?passeremo una splendida giornata, vedrai?. Io ero molto felice. Così, andammo a cavallo nei boschi vicini.Mio padre inoltre amava molto cercare piccoli cimeli nella terra; gli piaceva qualunque cosa. Così, durante la sosta del pranzo, io smontai da cavallo e andai a cercare un regalo per mio padre. Volevo tanto farlo contento ? fui solo uno stupido. Mi avviai alla ricerca di qualcosa, e quindi, trovata una radura, cominciai a scavare. Improvvisamente trovai un calamaio - lo tirò fuori e lo mostrò - mi piacque fin da subito. Lo presi e lo portai a mio padre. A lui piaceva molto, e come ricompensa, mi disse che ero libero di fare quello che volevo per l?intero giorno.Io esultai e corsi via, sentendomi libero, felice. Mi pento tantissimo ancora oggi ? quando tornai mio padre non c?era più. Per terra, il calamaio. Lo presi e lo osservai lentamente. Sul dorso cominciava a apparire lentamente questa frase:

?Se il calamaio alla piuma verrà unito, l?incantesimo sarà punito, e l?oggetto malefico finito; il grande potere non sarà più di nessuno?


Strana, no? Be?, da allora, un po? alla volta scomparvero tutti i miei parenti. E ogni volta che ne scompariva uno, la scritta appariva sempre di più- così Bill finì di narrare la sua storia. Era molto forte e non pianse, ma Kate, che ormai era unita a lui da un legame mentale, avvertì in lui una profonda tristezza, malinconia, dolore, risentimento.Il signore era evidentemente commosso; guardò il ragazzo con desolazione e gli disse:
-Davvero, ragazzo mio, non pensavo avessi sofferto così tanto. Perdonami se adesso ti ho fatto ricordare cose tristi. Sono davvero desolato. E tu, ragazza?- chiese a Kate.
-Allora, ehm, come ha già detto il mio amico, vengo da Fairy Aberdun, a fino a qualche tempo fa era tutto tranquillo in casa mia -
-Scusa se ti interrompo- disse l?uomo - ma tua zia è la grande Lizabeth dei Fairy?-
-Che?- fece Kate - sì, mia zia si chiama Lizabeth, ma dei Fairy mai sentito ? -
-Ti spiegherò dopo. Va avanti.
-Allora, stavo dicendo ? ah sì, ecco. Un giorno sono andata in soffitta. Ho trovato un pacco miracolosamente intatto e ho trovato questa - tirò fuori la piuma che portava sempre con sé e la mostrò - mi è piaciuta subito, e così l?ho presa. Appena l?ho utilizzata per scrivere, mi ha come consumato le energie ? La zia è venuta da me e mi ha spiegato tutto su questa piuma. Molto tempo fa, di queste ve ne erano un centinaio e i più non le conoscevano. Pochi erano i fortunati che potevano usarla, ma- all?inizio- si credeva fosse innocua. Be?, non è vero. La piuma ha un?anima tutta sua, comanda lei, e ha bisogno di energia per vivere.Così, la regnante di quei tempi, la potente Cinnamon, diede l?ordine di distruggerla. Perchè questa piuma era malefica: chiunque la possedesse, poteva regnare su tutte le Creature Magiche -
- Alla fine, quando morì la regina, l?unica piuma rimasta passò a suo figlio, che spaventato da essa, la inviò ad una nostra lontana parente che non aprì mai il pacco, che rimase in soffitta. Così, a distanza di molti anni, l?ho trovata io. E adesso la piuma mi ha scelta - in questo modo Kate finì il suo racconto. Il signore riflettè a lungo, infine disse:
-Voi due avete proprio bisogno di aiuto, eh?-


cm vi pare?

tasso85

Messaggio da tasso85 » mar 11/mar/2008 14:51:00

bello come sempre, ma il ritrovamento del calamaio mi sembra troppo inverosimile... voglio dire, quante sono onestamente le probabilità che si sia messo a scavare nel punto esatto dove il calamaio era nascosto?

Avatar utente
Fede e Pyrrheus
Daemian
Messaggi: 1107
Iscritto il: gio 24/gen/2008 21:14:00
Località: Milano.
Età: 26

Messaggio da Fede e Pyrrheus » mar 11/mar/2008 14:53:00

Miticiximixima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
For a long time I was afraid to be who I am, because I was taught by my parents there’s something wrong with someone like me.
Something offensive, something you would avoid - maybe even pity. Something that you would never love.
[...] I was afraid of this parade because I wanted so badly to be a part of it.
So today I’m marching for that part of me that was much too afraid to march. And for all the people who can’t march. The people living lives like I did. Today I march to remember that I’m not just a me. I’m also a we.
And we march with pride.

-- Nomi Marks [about Gay Pride], Sense8

Avatar utente
Bec *bory*
Daemian
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab 26/gen/2008 14:57:00
Età: 25
Contatta:

Messaggio da Bec *bory* » mar 11/mar/2008 14:54:00

be...guarda ke nn ho svelato ttt sul calamaio qndi nn l'ha trovato CASUALMENTE xD... + in avanti si saprà di più, te lo assicuro... :wink:

Rispondi