Età e necessità della stabilizzazione

Meditiamo sugli aspetti filosofici e formuliamo ipotesi ragionevoli sul Daimonismo!
Avatar utente
Kaisa e Artie
Daemian
Messaggi: 834
Iscritto il: mar 30/ott/2007 15:56:00
GPC: 02 nov 2007
Località: Kyar
Età: 25

Messaggio da Kaisa e Artie » ven 21/mar/2008 15:42:00

Sono d'accordo con voi... Quando il tuo corpo può essre giunto al termine della sua crescità, non è detto che per la tua mente sia la setssa cosa...
And I find it kind of funny, and I find it kind of sad... The dreams in wich I'm dying are the best I ever had. (Mad Worl - Gary Jules)

tasso85

Messaggio da tasso85 » ven 21/mar/2008 17:43:00

a questo proposito, vorrei riproporre qui una discussione che ho avuto con una ragazza del TDF via MSN:

lei diceva che nel finale Pullman si era bruciato tutta la bella costruzione poetica che aveva creato facendo coincidere la stabilizzazione di Pan e Kirijava con la scoperta da parte di Lyra e Will dell'amore unito al desiderio... voi cosa ne pensate? la vedete così? io no, e se volete vi dirò anche il perchè...

Avatar utente
Kaisa e Artie
Daemian
Messaggi: 834
Iscritto il: mar 30/ott/2007 15:56:00
GPC: 02 nov 2007
Località: Kyar
Età: 25

Messaggio da Kaisa e Artie » ven 21/mar/2008 18:44:00

Perché, Tasso?
And I find it kind of funny, and I find it kind of sad... The dreams in wich I'm dying are the best I ever had. (Mad Worl - Gary Jules)

tasso85

Messaggio da tasso85 » ven 21/mar/2008 18:48:00

perchè è vero che nella storia la loro stabilizzazione avviene dopo la loro scoperta dell'amore che provano l'una per l'altro, amore unito a desiderio, ma è anche vero che quella era sostanzialmente l'unica cosa che mancasse loro, l'unica esperienza che dovevano ancora fare.

certo è, che se male interpretata quella scena può dare una bruttissima impressione, del tipo desiderio sessuale = maturità

e credo sappiamo tutti che NON funziona così...

e soprattutto, io trovo che la stabilizzazione di Pan e Kirijava, in ultima istanza, sia legata non all'immenso amore che provano l'uno per l'altra, ma all'immenso sacrificio che fanno per il bene di tutti.

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 31

Messaggio da Claudio-Olyandra » ven 21/mar/2008 18:50:00

tasso85 ha scritto:a questo proposito, vorrei riproporre qui una discussione che ho avuto con una ragazza del TDF via MSN:
lei diceva che nel finale Pullman si era bruciato tutta la bella costruzione poetica che aveva creato facendo coincidere la stabilizzazione di Pan e Kirijava con la scoperta da parte di Lyra e Will dell'amore unito al desiderio... voi cosa ne pensate? la vedete così? io no, e se volete vi dirò anche il perchè...
Alludi a "giacquero insieme"? In apparenza è chiaro il senso, ma Pullman non ha mai confermato né smentito agli appassionati che insistentemente lo tartassavano per una risposta, se Lyra e Will hanno fatto l'amore veramente o se quell'espressione ha una valenza puramente evocativa e simbolica, perciò è tutto aperto...
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

tasso85

Messaggio da tasso85 » ven 21/mar/2008 18:53:00

si e no... nel senso che la discussione non verteva sul "giacquero insieme" (che io personalmente voglio vedere come amore platonico, nel senso che da come lo descrive mi sembra qualcosa di troppo puro per essere contaminato dalla lussuria), ma sul fatto che secondo lei il bellissimo disegno creato da Pullman collassava inesorabilmente nel momento in cui si fa coincidere la stabilizzazione con la maturità sessuale, e la scoperta del desiderio, come se questo fosse la cosa più importante del processo di crescita.

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 31

Messaggio da Claudio-Olyandra » ven 21/mar/2008 18:58:00

La maturità sessuale la cosa più importante della crescita? Balordaggini. Piuttosto, è la nuova luce che irradia la realtà che ti circonda a costituire la vera novità: non più solo fantasia ed evasione, ma anche consapevolezza, autentico rapporto col mondo...
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

tasso85

Messaggio da tasso85 » ven 21/mar/2008 19:00:00

però è innegabile che un undicenne che legga quel libro potrebbe non vedere la profondità di significato che vediamo noi, fermandosi solo all'apparenza superficiale, no? da qui l'obiezione della mia amica...

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 31

Messaggio da Claudio-Olyandra » ven 21/mar/2008 19:02:00

QOM è un po' come la Commedia del Durante: si può penetrare nel testo con quattro intensità diverse e ciascuna di esse lascia comunque ammaliati!
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

tasso85

Messaggio da tasso85 » ven 21/mar/2008 19:03:00

Commedia del Durante
ora mostro la mia ignoranza: cosa sarebbe?

tornando al mio punto di discussione, ho difeso pullman con le unghie ed i denti, arrampicandomi sugli specchi, ma non posso negare che un po' di ragione ce l'abbia pure lei... insomma, la cosa E' POTENZIALMENTE INTERPRETABILE, in maniera non esattamente poetica...

Rispondi