Daimon: noi o qualcos'altro?

Meditiamo sugli aspetti filosofici e formuliamo ipotesi ragionevoli sul Daimonismo!
Chester

Daimon: noi o qualcos'altro?

Messaggio da Chester » gio 07/feb/2008 01:34:00

Forse il secondo topic potevo risparmiarmelo,ma sono nuovo quindi ho davvero voglia di confrontare le mie idee...

Secondo voi(come da oggetto),il daimon e solo un espresione della nostra coscienza e quindi siamo noi a muoverla,oppure è una parte distaccata dalla nostra coscienza,che risponde alle nostre domande...?

E' un po complicata,ma ho una teoria appogiata da concetti scientifici e fisici che spero che leggiate,per dimostrarvi che,essi sono qualcosaltro,quindi quando parli con un daimon non sei tu a rispondere...

Secondo la Fisica,c'è scambio di informazione(un abbraccio,un saluto,un "Ciao",un pugno,un dato) se e solo se due corpi(animali ,cose o persone) o sistemi(insiemi di organi,o parti che cooperano per un unico scopo o funzione)hanno un contatto.

Esempio:se avvicini una mela ghiacciata ad una bollente,esse raggiungerano col tempo un temperatura uguale(scambio di informazione)
e insieme come unico sistema scambieranno informazione con l'ambiente esterno perdendo calore, raggiungendo la stessa temperatura dell'ambiente circostante.

Quindi se un contatto con il proprio daimon(scambio di informazione) possa provocare un emozione(informazione)...

allora è fisicamente impossibile che il sistema sia unico(noi e noi soli),le leggi universali ci impongono che quando parliamo con un daimon,stiamo comunicando o meglio ci stiamo scambiando informazioni,con un altro sistema...

e quindi con un altro essere..... :shock:

spero di essere stato quanto più chiaro e meno noioso possibile... 8)

Voi,che ne pensate,convinti?

tasso85

Messaggio da tasso85 » gio 07/feb/2008 11:22:00

caspiterina, ti piacciono le domande difficili eh! pure a me, per cui vedrò di rispondere...

dunque, intanto una persona è più complicata di un sistema fisico, quindi non so se si può ciecamente applicare la formula che tu hai citato... in ogni caso, noi ed il nostro daemon siamo un'unica entità, che però attinge alle sue informazioni da due fonti differenti, noi dalla mente cosciente, il nostro daemon è invece un ponte verso il nostro subconscio (ragione per cui non mente mai, tra l'altro...), quindi in un certo senso siamo lievemente separati, in quanto una persona non può accedere coscientemente al proprio subconscio (ci sono dei sistemi di protezione nella nostra mente per impedirlo), ma attraverso lo scambio di informazioni con il daemon (che è pur sempre parte di noi) riusciamo in un qualche modo ad accedervi...

per rispondere alla tua domanda "noi o qualcos'altro", ritengo che la risposta più corretta sia "entrambi"

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 31

Messaggio da Claudio-Olyandra » gio 07/feb/2008 11:55:00

Dai un'occhiata al messaggio inviato Lunedì 04/Feb/2008 alle ore 02:26:06 nel settore Generale, Prove. Vedi un po' che ne pensi. CHE SEI UN CONTORSIONISTA, QUESTO PENSERà.
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Lux
Ex Amministratore
Messaggi: 467
Iscritto il: mer 15/feb/2006 16:54:00
Età: 30
Contatta:

Messaggio da Lux » gio 07/feb/2008 14:55:00

Sì, direi che qui tasso e claudio hanno pienamente ragione. La risposta è sostanzialmente "entrambi".

Avatar utente
Aivan e Calista
Daemian
Messaggi: 766
Iscritto il: ven 28/dic/2007 19:09:00
Località: Provincia Venezia
Età: 27

Messaggio da Aivan e Calista » gio 07/feb/2008 15:35:00

Che casino però xD Io direi più che entrambi... una parte di noi che pensa per conto suo, in quanto ha accesso ad informazioni da noi ormai dimenticate o soppresse.
E cioé entrambi, genio...
Ah... è vero :roll:

Avatar utente
Eladar
Daemian
Messaggi: 417
Iscritto il: lun 17/dic/2007 15:02:00
Età: 29

Messaggio da Eladar » gio 07/feb/2008 17:30:00

a questo punto mi ci infilerei anche io nella discussione ...
nooooooooooo.... ti prego!
:lol: :lol:
ordunque....la mia domanda è semplice: noi parliamo sempre di "una parte di noi che attinge le informazioni dal subconscio" ma quel che non mi è chiaro è CHI ci risponde... ossia, che è il daimon ok, ma cos'è allora di preciso questa parte di noi, questo daimon, questa parte di anima che attinge informazioni dal subconscio? possiamo definirlo con qualcosa di concreto?
spero di aver reso la domanda ^^
secondo me no..... io non ci ho capito na mazza

Avatar utente
Bec *bory*
Daemian
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab 26/gen/2008 14:57:00
Età: 23
Contatta:

Messaggio da Bec *bory* » gio 07/feb/2008 18:59:00

Io ho capito la domanda ...ce lo chiediamo pure noi...ma non so proprio come risponderti! :shock: Ci vorrebbe qualcuno che se ne intendesse davvero molto bene !
E che sapesse la risposta,soprattutto!Altrimenti mi associo anch'io a Shandrin dicendo che di sta storia non c'ho capito na mazza!

tasso85

Messaggio da tasso85 » gio 07/feb/2008 19:59:00

allora, che cos'è quella parte di noi che "prende informazioni" dal subconscio? il daemon.
cos'è il daemon? quella parte di noi che "prende informazioni" dal subconscio.

per quanto all'apparenza questa sia una definizione autoreferente bella e buona, è l'unico punto di partenza a nostra disposizione...

anche se questa può sembrare una pura e semplice contraddizione, ricordate che nella realtà la contraddizione non può esistere, nè interamente nè parzialmente...

il daemon non è altro che la nostra coscienza incarnata (non fisicamente ma metaforicamente parlando) in forma animale e alla quale abbiamo dato un nome... quindi questa è la definizione più concreta che posso darti: la tua coscienza, che è universalmente riconosciuto essere una cosa ASSOLUTAMENTE ed INNEGABILMENTE REALE (per quanto molti la ignorino)...

conoscere il proprio daemon significa entrare in contatto con la propria coscienza, cercando di ignorarla il meno possibile, ma anzi cercando di conoscere se stessi... e con il tempo scoprire che ci dice sempre e solo la verità, poichè essa non può mentire...

Chester

Messaggio da Chester » gio 07/feb/2008 21:07:00

Quindi esiste un "Noi" che conosce pienamente nel suo senso la differenza tra cio che è Bene ciò che è Male....

Ulteriormente in "Noi" c'è un "Noi stessi" a cui attingiamo verità e consigli... è quello che vuoi dire?

Ponendo che il daimon,sia la rappresentazione,della voce della coscienza(e non della stessa coscienza),possiamo dire che esso è un interfaccia tra noi e la coscienza.....

Ma vi siete chiesti...Perchè?

Perchè,abbiamo bisogno di una guida,perchè non possiamo attingere direttamente da questa fonte?

Avatar utente
Aivan e Calista
Daemian
Messaggi: 766
Iscritto il: ven 28/dic/2007 19:09:00
Località: Provincia Venezia
Età: 27

Messaggio da Aivan e Calista » gio 07/feb/2008 21:45:00

Forse perché non riusciremmo a comunicare... mi spiego in termini tecnici facendo un esempio. Anche la natura ha creato dei "traduttori" in fondo, quindi perché non anche dentro di noi?
Per adesso io e Cal siamo all'inizio dello studio della biologia ma per quanto abbiamo capito il DNA conserva tutti i "dati" necessari per creare proteine e quindi dare aspetto all'individuo, giusto? Per condividere questi dati, per inviarli alle proteine però ha bisogno dell'RNA che, a quanto abbiamo capito, fa proprio da traduttore fra la molecola di DNA e altre macromolecole di amminoacidi. Quindi forse il daemon è "solo" un traduttore, un iterprete capace di leggere nel nostro profondo e comunicarci quello che noi altrimenti non potremmo mai sentire. Ditemi se il ragionamento fila...
Sai che hai detto una bella cosa?
Grazie, Cal ^^

Rispondi