Come fare l'analisi diretta

Illustriamo i capisaldi ed i metodi dell'analisi diretta ed inversa!
Rispondi
Avatar utente
Kosia
Daemian
Messaggi: 99
Iscritto il: ven 02/mar/2012 20:54:22
Forma: Dik-dik di Kirk
Età: 24

Come fare l'analisi diretta

Messaggio da Kosia » lun 14/nov/2011 20:18:00

È importante fare una premessa, ovvero che ogni analisi fatta da una persona esterna sulla forma del daimon di una persona sia in modo diretto che inverso non è assoluta. Infatti solo la persona stessa sa con certezza qual è la forma del daimon e il motivo di quella forma. Il compito dell'analista è solo aiutare chi non capisce qual è la forma del suo daimon a capirlo attraverso una "traduzione" del suo carattere in comportamenti animali o viceversa: l'analisi, appunto.
Detto questo, bisogna fare una distinzione tra i due tipi di analisi:
Analisi inversa: partendo dal carattere della persona si trova la forma del suo daimon.
Analisi diretta: partendo dalla forma del daimon della persona si trova il suo carattere.
ANALISI DIRETTA
Innanzitutto, ovviamente, bisogna scegliere la forma animale da analizzare, e cercare documentazioni, scritte e certe (pagine di wikipedia, articoli di giornale, voci d'enciclopedie o altro), su di esso. Più saranno, più dettagliata sarà l'analisi. Bisogna poi iniziare ad analizzare il comportamento dell'animale e a tradurlo in tratti del carattere umano, partendo dai comportamenti che ogni animale ha e che sono più facili da analizzare, ovvero:

Ambiente di vita: generalmente, l'ambiente in cui l'animale vive è il preferito, o comunque piace, all'essere umano.
Struttura sociale: paragonabile al livello di socievolezza della persona (un animale solitario corrisponde ad un carattere solitario, uno che vive in gruppo ad uno molto più socievole).
Dieta: non è molto importante, ma serve a determinare il grado di "schizzinosità" dell'essere umano (un insettivoro o un onnivoro saranno meno schizzinosi di un carnivoro o un erbivoro, che a loro volta lo saranno meno di un granivoro o di un animale che si nutre di un solo tipo di alimento).
Presenza o meno di nemici naturali: ovvero se la persona analizzata ha molte o poche persone che le sono nemiche. È meglio soffermarsi su questo perché molte persone ovviamente non pensano di avere molti nemici fino a che non li scoprono. Perciò, se si è sul punto di scartare una forma perché quel punto dell'analisi non corrisponde è meglio non farlo, in quanto l'avere o meno pochi nemici è una cosa che si può constatare con il tempo. Per esperienza personale, posso dire che i nemici spuntano come funghi nei momenti peggiori.
Reazione di fronte al pericolo: così come gli animali hanno un modo di reagire proprio della loro specie, anche gli umani affrontano diversamente le situazioni spiacevoli. Per esempio:
- Un animale che accumula provviste senza fermarsi corrisponde a una persona previdente che non si fa cogliere impreparata;
- Un animale che ha una spessa corazza rimane indenne agli attacchi proprio come una persona che non si lascia troppo influenzare dagli avvenimenti, per spiacevoli che siano;
- Un animale che si nasconde, si finge morto o si mimetizza è un uomo che tende a stare da parte e ad aspettare che i problemi passino;
- Un animale che fugge è una persona che ha ansia di evitare i guai, e non è tranquillo come può essere un tipo previdente;
- Un animale che ha delle armi naturali per difendersi (come il veleno per in serpenti) è una persona tranquilla ma che sa farsi rispettare;
- Un animale aggressivo affronta i problemi di petto e non si lascia intimidire.
Ora del giorno in cui si attiva: analogamente agli esseri umani, anche gli animali hanno un periodo della giornata in cui sono più attivi.
Ruolo nella catena alimentare: esso può essere di:
- Preda: la preda generalmente denota una persona diffidente, praticamente mai aggressiva, che spesso ha almeno un'arma naturale con cui difendersi e quindi riesce più o meno a farsi rispettare, non adatta ad essere leader, tendente ad essere solidale con chi è come lei;
- Predatore: il predatore è già più sicuro di se, è raro che scappi o si nasconda, è generalmente tranquillo perché sa di potersi difendere da chi vuole ostacolarlo;
- Spazzino: tende ad approfittare del lavoro altrui, non è schizzinoso, non riesce ad affrontare un conflitto diretto e per questo ricorre all'astuzia. È quello che più di tutti tende a nascondersi dai problemi.

Ogni animale ha poi caratteristiche proprie della famiglia di appartenenza. I felini per esempio sono predatori solitari (a parte il leone), quindi persone non troppo socievoli. Si appostano anche per ore per inseguire la preda e quando sono pronti attaccano al massimo delle loro capacità, ma se falliscono non ritentano una seconda volta (come persone che pianificano con pazienza un progetto, lo attuano dando il meglio di loro ma non sono tenaci e non perseverano se non ottengono subito il risultato sperato).
Invece i canidi tendono a ad essere socievoli (a parte poche eccezioni) e a cacciare insieme (quindi persone abituate a fare lavoro di squadra), quando cacciano usano tecniche astute e sono tenaci (come persone che non mollano e ritentano qualcosa più e più volte prima di darsi per vinte) e sono disciplinati e obbedienti. E così via, per tutte le altre famiglie.

Una volta trovate tutte queste informazioni si passa ovviamente ai comportamenti specifici dell'animale. Per esempio sulle tecniche di caccia, il tipo di tana, se hanno un verso caratteristico e molto articolato (il che denota una persona loquace o un bravo oratore, uno che sa convincere la gente) e così via.

Attenzione però perché possono esserci daimon con particolarità fisiche che non c'entrano niente o quasi con quelle della specie (come un simbolo sul corpo o una macchia sul muso) e in questo spesso un ruolo importante giocano i colori. Perché il daimon di una persona ha gli occhi o il manto di un colore piuttosto che di un altro? La risposta è: bisogna chiederlo alla persona stessa. Può infatti darsi che quel colore significhi qualcosa di personale, o semplicemente sia quello preferito, non è possibile per una persona esterna stabilirlo subito con certezza.

Infine, spesso può capitare che ci si trovi ad analizzare un animale che abbia diversi comportamenti al maschile e al femminile. Questo è importante, perché un uomo con un daimon leone sarà più pigro di uno con una leonessa, e allo stesso modo un daimon pavone denota vanità ed esibizionismo rispetto ad un daimon femmina. Anche il sesso del daimon quindi è importante per capire il carattere di una persona.
Ultima modifica di Kosia il sab 16/giu/2012 12:13:10, modificato 1 volta in totale.
Immagine

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 31

Re: Come fare l'analisi inversa

Messaggio da Claudio-Olyandra » ven 15/giu/2012 17:32:55

Invito l'autore a correggere il post, perché ha scambiato l'analisi diretta con l'inversa. ;)
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Avatar utente
Kosia
Daemian
Messaggi: 99
Iscritto il: ven 02/mar/2012 20:54:22
Forma: Dik-dik di Kirk
Età: 24

Re: Come fare l'analisi inversa

Messaggio da Kosia » sab 16/giu/2012 12:16:28

Fatto :) vedendo però che questo è un topic... Diciamo... Più infantile forse rispetto alle analisi che avete qui, propongo che le analiste lo modifichino, o elimino. Mi scuso per la bassa qualità delle mie analisi. C'era troppo zelo ma poca documentazione e esperienza xD pazienza, mi metterò a studiare.
Immagine

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 31

Re: Come fare l'analisi inversa

Messaggio da Claudio-Olyandra » sab 16/giu/2012 12:22:46

Niente complessi di inferiorità! ;) Ogni contributo è fondamentale per arricchire la piattaforma dei materiali e stimolare il dibattito e l'approfondimento. :D Magari troveremo il modo di fondere queste riflessioni con altre analoghe nelle sedi appropriate. 8-)
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Avatar utente
Saphiry e Deianira
Daemian
Messaggi: 5082
Iscritto il: lun 13/nov/2006 18:42:00
GPC: 15 nov 2006
Forma: Duck toller
Località: Un po' qui, un po' là
Età: 27

Re: Come fare l'analisi diretta

Messaggio da Saphiry e Deianira » lun 18/giu/2012 15:58:09

Macchè complessi d'inferiorità, ragazza, io la trovo un'ottima idea! Alcuni dettagli sono analizzati in maniera un pochino superficiale (non prendertela :3) però io trovo che sia davvero un bell'aiuto! Brava! Se ti va possiamo sempre aiutarti a modificare qua e la :)
7w6, ESTP, Gryffindor, Chaotic Good, Outsider

We're just a step from fearless,
reach out for me, my dearest.
Don't you cry,
you don't know, you're almost near it


1w9, INTJ, Raverin, Neutral Good, A Good Dog
Mostra

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 31

Re: Come fare l'analisi diretta

Messaggio da Claudio-Olyandra » lun 15/set/2014 17:08:06

Consiglio agli autori di Guide alle Analisi di incorporare le istruzioni di questo topic nelle loro opere, al fine di rimuoverlo. :)
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Rispondi