Il daimon, può essere autonomo? E fino a che punto?

Meditiamo sugli aspetti filosofici e formuliamo ipotesi ragionevoli sul Daimonismo!
Rispondi
talyn79
Novizio
Messaggi: 18
Iscritto il: mar 15/apr/2014 14:39:08
GPC: 01 feb 2000
Forma: umana
Età: 42

Il daimon, può essere autonomo? E fino a che punto?

Messaggio da talyn79 » ven 23/feb/2018 15:48:04

Salve, mi sono sempre posto una domanda, che è anche un desiderio: poter interagire e comunicare con la mia daimon (Alia), facendo in modo che potesse fare (oppure dire), qualcosa di inaspettato, e quindi rendere Alia quasi autonoma. Probabilmente l'autonomia totale non può averla, altrimenti non sarebbe più una proiezione del "sè", ma sarebbe qualche problema psichiatrico :-D :-D

Avatar utente
Eowyn & Faun
Daemian
Messaggi: 1419
Iscritto il: dom 19/mag/2013 19:01:09
GPC: 19 mag 2013
Forma: Confusa e felice
Località: Bari
Età: 34

Re: Il daimon, può essere autonomo? E fino a che punto?

Messaggio da Eowyn & Faun » ven 23/feb/2018 19:12:15

Il daimon non è "autonomo", nel senso che non si tratta di un'entità separata dalla nostra mente, tuttavia esso è lo specchio dei nostro subconscio e in quanto tale, spesso è in grado di sorprenderci. Allo stesso modo in cui a volte possiamo avere un'idea improvvisa e rivoluzionaria senza apparente motivo, il daimon può scovare e mettere in risalto concetti che noi, volenti o nolenti, potremmo ignorare. Possiamo dire sia il nostro mezzo per tirarle fuori, queste idee. Ovvio, questo tipo di situazione capita principalmente a chi lavora su sè stesso e apre la propria mente a possibili cambiamenti, in caso contrario difficilmente questo viene a galla.
Immagine

Nulla è reale,
tutto è lecito.


4w5 | INFP | Huffleclaw

Avatar utente
Pandemonium
Amministratrice
Messaggi: 4927
Iscritto il: sab 25/feb/2012 14:47:57
GPC: 24 giu 2009
Forma: ???
Località: Piemonte
Età: 23

Re: Il daimon, può essere autonomo? E fino a che punto?

Messaggio da Pandemonium » ven 23/feb/2018 19:56:19

Sono completamente d'accordo con Lory. Spesso il mio daimon mi sorprende con certe uscite o semplicemente manifestando emozioni in contrasto con le mie riguardo determinati argomenti (per esempio mai prima di qualche anno fa avrei mai immaginato che sarei potuta essere una buona candidata per operare a contatto di persone portatrici di handicap, eppure il mio daimon mi ha sempre sostenuta sul contrario). Tuttavia è chiaro che non abbia una grande autonomia, essendo legato indissolubilmente alla nostra mente e non essendo dunque un'entità o esterno a noi. Può stupirci con certe affermazioni in quanto magari il nostro io cosciente non lo accetta, per un motivo socio-culturale o personale. O semplicemente dà voce a qualcosa che noi tentiamo di nascondere perché magari non ci piace granché.
Spero che questo possa esserti utile!
ISFP | 3w2 | Una persona tanto confusa
Immagine
Grazie a Bolla, Sapha e Shi per le bellissime immagini!

talyn79
Novizio
Messaggi: 18
Iscritto il: mar 15/apr/2014 14:39:08
GPC: 01 feb 2000
Forma: umana
Età: 42

Re: Il daimon, può essere autonomo? E fino a che punto?

Messaggio da talyn79 » ven 23/feb/2018 22:18:09

Molto interessante, non ci avevo mai pensato, o almeno non avevo mai visto la questione da questo punto di vista. Molto spesso mi càpita di cambiare modi di pensare, rielaborare dei pensieri e cambiare prospettiva quasi in continuazione... è quella cosa che chiamano "il pensiero divergente". Una cosa a cui non avevo mai pensato, è sfruttare il pensiero divergente, per notare qualcosa di sorprendente nella mia daimon, Alia. Grazie mille per la vostra opinione, mi è stata di grande aiuto :)

Rispondi