Regole del Tutoraggio

Bloccato
Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 32

Regole del Tutoraggio

Messaggio da Claudio-Olyandra » gio 08/mag/2014 02:39:02

Allo scopo di garantire la fluidità, l'uniformità e l'efficienza dell'attività di Tutoraggio, stabilisco le seguenti regole. :)


1) Il Tutoraggio:
A) è un servizio volontario di assistenza personalizzata erogato dai daemian esperti ai daemian novizi interessati a fruirne;
B) non ha limiti di durata;
C) può interrompersi in ogni tempo per volontà unilaterale o bilaterale;
D) può essere ripetuto una o più volte.

2) I daemian esperti che intendono offrirsi come tutori e i daemian novizi che intendono fruire del Tutoraggio come allievi si iscrivono in appositi argomenti, specificando:
A) i temi del Daimonismo oggetto di Tutoraggio;
B) i periodi di disponibilità al Tutoraggio;
C) la forma di Tutoraggio di cui al punto 3 e, ove si tratti di Tutoraggio non pubblico, anche i mezzi di interazione con la controparte;
D) limitatamente agli allievi, l'eventuale richiesta di cui al punto 4;
E) ogni altra informazione opportuna nel loro caso concreto.

3) A scelta delle parti, il Tutoraggio può svolgersi in forma:
A) pubblica, cioè in un apposito argomento di questa sezione del Forum;
B) confidenziale, cioè per messaggi privati, oppure, se è impossibile o gravemente scomodo, per altre vie private, con l'obbligo per il tutore e per l'allievo di ragguagliare periodicamente la Comunità, rispettivamente, sui progressi compiuti e sui temi trattati;
C) intima, cioè per messaggi privati, oppure, se è impossibile o gravemente scomodo, per altre vie private, con l'obbligo per l'allievo di ragguagliare periodicamente la Comunità sui temi trattati.

4) Ogni allievo può chiedere di essere assegnato ad uno o più tutori determinati, i quali decidono liberamente se accettare l'incarico; se non viene formulata alcuna richiesta o i tutori richiesti rifiutano l'incarico o vi sono ragionevoli motivi per non accogliere la richiesta, le assegnazioni sono stabilite dal collegio dei tutori, che tiene conto delle esigenze specifiche del caso concreto.

5) Un allievo può avere contemporaneamente più tutori ed un tutore può avere contemporaneamente più allievi, purché nell'uno e nell'altro caso sia garantita l'efficienza di ogni Tutoraggio; un daemian può essere contemporaneamente tutore ed allievo, purché in relazione a temi del Daimonismo chiaramente distinti tra loro.

6) Di ogni Tutoraggio devono essere annotate in un apposito argomento:
A) la data di avvio;
B) le parti coinvolte;
C) la forma di cui al punto 3;
D) le modifiche sopravvenute, ivi inclusa l'eventuale rotazione dei tutori, a scadenze fisse o variabili, per valorizzare il pluralismo;
E) la data di conclusione.

7) Il tutore aiuta l'allievo ad avviare e migliorare il percorso introspettivo nell'ambito del Daimonismo, a sviluppare una coscienza critica indipendente e a confrontarsi francamente e costruttivamente con l'intera Comunità.

8) Il tutore e l'allievo interagiscono con rispetto, sincerità e comprensione reciproci e mantengono il giusto riserbo sulle vicende personali apprese nell'ambito del Tutoraggio.

9) Ogni tutore ha l'obbligo di agire con imparzialità, ragionevolezza e buona fede; in mancanza, può essere destituito e interdetto dal ruolo di tutore per un periodo determinato, compreso tra un mese ed un anno, con deliberazione motivata del collegio dei tutori, la quale è appellabile davanti al Collegio degli Amministratori.
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Bloccato