Forma e analisi: cosa viene prima?

Pubblichiamo teorie ed esperienze su forma e stabilizzazione!
Avatar utente
Andrea
Daemian
Messaggi: 258
Iscritto il: dom 14/ago/2016 23:10:56
GPC: 15 ago 2015
Forma: Trigre
Età: 25

Re: Forma e analisi: cosa viene prima?

Messaggio da Andrea » ven 03/mar/2017 14:52:08

Chaky ha scritto:
ven 03/mar/2017 09:41:48
Noi invece per segliere una forma andiamo prima a guardarci un po' di analisi per capire quale tipo di animale può somigliarmi perché se certi animali non li conosco non posso sapere se vanno bene oppure no, per ora stiamo sulla volpe e non abbiamo necessità di cambiare anche se a volte per gioco ci divertiamo a provare le forme più disparate.
Ma in questo modo non viene meno la funzione introspettiva del daimon? Se il daimon ci comunica anche attraverso la forma, che utilità può avere il comunicarci un qualcosa che già sappiamo? Non diventa superfluo (dal punto di vista dell'introspezione si intende)?
Andrea|Daemian|INTP|5w6|Slytherclaw
Hagen|Daimon|MBTI non trovato, si prega di contattare l'amministratore

Avatar utente
Anna & Alexis
Daemian
Messaggi: 357
Iscritto il: gio 05/gen/2017 19:12:54
GPC: 02 gen 2017
Forma: varie
Località: Piemonte
Età: 21

Re: Forma e analisi: cosa viene prima?

Messaggio da Anna & Alexis » ven 03/mar/2017 17:31:03

Andrea ha scritto:
ven 03/mar/2017 14:52:08
Ma in questo modo non viene meno la funzione introspettiva del daimon? Se il daimon ci comunica anche attraverso la forma, che utilità può avere il comunicarci un qualcosa che già sappiamo? Non diventa superfluo (dal punto di vista dell'introspezione si intende)?
Può darsi, però se io con conosco un certo animale che magari è adatto a me, luii non può prenderne la forma senza che io lo conosca. Per esempio se io non sapessi che il cane è socievole luii non potrebbe diventare un cane per farmi capire che dovrei essere più sociale, non so se mi sono spiegata.
A me non è mai capitato che luii prendesse la forma di un animale a caso che poi si rivelava adatta.
Ognuno di noi ha un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare.

Avatar utente
Andrea
Daemian
Messaggi: 258
Iscritto il: dom 14/ago/2016 23:10:56
GPC: 15 ago 2015
Forma: Trigre
Età: 25

Re: Forma e analisi: cosa viene prima?

Messaggio da Andrea » ven 03/mar/2017 17:41:38

Chaky ha scritto:
ven 03/mar/2017 17:31:03
Può darsi, però se io con conosco un certo animale che magari è adatto a me, luii non può prenderne la forma senza che io lo conosca. Per esempio se io non sapessi che il cane è socievole luii non potrebbe diventare un cane per farmi capire che dovrei essere più sociale, non so se mi sono spiegata.
A me non è mai capitato che luii prendesse la forma di un animale a caso che poi si rivelava adatta.
Sì, ti sei spiegata. Quindi nel tuo caso il daimon ti dà dei suggerimenti, più che rappresentare una parte del tuo carattere, se non sbaglio.
Andrea|Daemian|INTP|5w6|Slytherclaw
Hagen|Daimon|MBTI non trovato, si prega di contattare l'amministratore

Avatar utente
Anna & Alexis
Daemian
Messaggi: 357
Iscritto il: gio 05/gen/2017 19:12:54
GPC: 02 gen 2017
Forma: varie
Località: Piemonte
Età: 21

Re: Forma e analisi: cosa viene prima?

Messaggio da Anna & Alexis » dom 05/mar/2017 11:46:37

Andrea ha scritto:
ven 03/mar/2017 17:41:38
Sì, ti sei spiegata. Quindi nel tuo caso il daimon ti dà dei suggerimenti, più che rappresentare una parte del tuo carattere, se non sbaglio.
Alexis fa un po' entrambe le cose cioè, abbiamo trovato una forma che è quella che più mi rappresenta e quindi diciamo che è la nostra forma standard, poi se vuole magari farmi notare qualche mio difetto in particolare che io non vedo o qualcosa che posso migliorare cambia forma, che non è mai una che io non conosca.


Però riguardo a quello che hanno detto gli altri, come fa il vostro daimon ad assumere spontaneamente una forma che poi si rivela essere quella che effettivamente vi rispecchia se voi non avete letto l'analisi di quell'animale e quindi non conoscete il suo comportamento? Perché se il daimon sa quello che sappiamo noi e nulla di più, non è possibile che luii conosca certi animali e quindi prenda la loro forma per rispecchiare il nostro carattere.
Ognuno di noi ha un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare.

Avatar utente
Pandemonium
Amministratrice
Messaggi: 4925
Iscritto il: sab 25/feb/2012 14:47:57
GPC: 24 giu 2009
Forma: Cinghiale
Località: Piemonte
Età: 22

Re: Forma e analisi: cosa viene prima?

Messaggio da Pandemonium » dom 05/mar/2017 12:16:48

Chaky ha scritto:
dom 05/mar/2017 11:46:37
Però riguardo a quello che hanno detto gli altri, come fa il vostro daimon ad assumere spontaneamente una forma che poi si rivela essere quella che effettivamente vi rispecchia se voi non avete letto l'analisi di quell'animale e quindi non conoscete il suo comportamento? Perché se il daimon sa quello che sappiamo noi e nulla di più, non è possibile che luii conosca certi animali e quindi prenda la loro forma per rispecchiare il nostro carattere.
È una buona domanda, e proverò a darti una risposta il più razionale possibile :)
Dunque, io premetto che i cervi manco sapevo come erano fatti di carattere. Però mi piacevano. Mi piaceva che il mio daimon avesse le macchie, quelle orecchione ed era bellissimo proiettarlo. Può sembrare stupido, ma inizialmente era così: piacevole da proiettare e rilassante.
Quando chiesi le analisi (o le scrissi, non ricordo) il cervo non mi rappresentava ancora. Solo dopo anni posso dire che mi assomiglia, almeno a livello di analisi.
Prima, sentivo che mi assomigliava per affinità.
Come posso spiegarlo? Mi sentivo fragile, ma disposta a lottare, e anche dolce, ma non stupida. Mi sentivo la preda che rappresentava il cervo, e a dimostrarlo è il fatto che il mio daimon manteneva un mantello infantile (quello a chiazze tipico dei cerbiatti per capirci)
In pratica mi immedesimavo nel cervo senza essere cervo. Un po' come sentirsi volpe perché ci si sente furbi, non ha senso, ma lo senti dentro di te.
Poi con il tempo grazie a dio sono cambiata (?) ed effettivamente mi ritrovo nella forma del cervo

Per gli altri non posso parlare, ma presumo che sia una sorta di allenamento, collegamento che fai a furia di vedere le analisi.
Per esempio, ho letto spesso che i canidi sono socievoli, no?
Quindi, un giorno, senza che esista l'analisi, il mio daimon diventa licaone. Io manco so cosa sia un licaone o che carattere abbia, ma interiormente SO che i canidi sono socievoli. Per il resto può essere un curioso caso, ma è l'unica spiegazione plausibile che ho trovato
ESFP | 3w2 | Hufflepuff | House Lannister | Cassandra Pentaghast | Pagan
Immagine
Grazie a Bolla, Sapha e Shi per le bellissime immagini!

Avatar utente
Andrea
Daemian
Messaggi: 258
Iscritto il: dom 14/ago/2016 23:10:56
GPC: 15 ago 2015
Forma: Trigre
Età: 25

Re: Forma e analisi: cosa viene prima?

Messaggio da Andrea » dom 05/mar/2017 13:20:54

Hjortehud ha scritto:
dom 05/mar/2017 12:16:48
È una buona domanda, e proverò a darti una risposta il più razionale possibile :)
Dunque, io premetto che i cervi manco sapevo come erano fatti di carattere. Però mi piacevano. Mi piaceva che il mio daimon avesse le macchie, quelle orecchione ed era bellissimo proiettarlo. Può sembrare stupido, ma inizialmente era così: piacevole da proiettare e rilassante.
Quando chiesi le analisi (o le scrissi, non ricordo) il cervo non mi rappresentava ancora. Solo dopo anni posso dire che mi assomiglia, almeno a livello di analisi.
Prima, sentivo che mi assomigliava per affinità.
Come posso spiegarlo? Mi sentivo fragile, ma disposta a lottare, e anche dolce, ma non stupida. Mi sentivo la preda che rappresentava il cervo, e a dimostrarlo è il fatto che il mio daimon manteneva un mantello infantile (quello a chiazze tipico dei cerbiatti per capirci)
In pratica mi immedesimavo nel cervo senza essere cervo. Un po' come sentirsi volpe perché ci si sente furbi, non ha senso, ma lo senti dentro di te.
Poi con il tempo grazie a dio sono cambiata (?) ed effettivamente mi ritrovo nella forma del cervo

Per gli altri non posso parlare, ma presumo che sia una sorta di allenamento, collegamento che fai a furia di vedere le analisi.
Per esempio, ho letto spesso che i canidi sono socievoli, no?
Quindi, un giorno, senza che esista l'analisi, il mio daimon diventa licaone. Io manco so cosa sia un licaone o che carattere abbia, ma interiormente SO che i canidi sono socievoli. Per il resto può essere un curioso caso, ma è l'unica spiegazione plausibile che ho trovato
Quoto, e aggiungo che spesso il nostro cervello fa spesso delle astrazioni, cioè va dal particolare al generale: per fare un esempio, io leggo delle analisi (o più in generale mi informo, guardo documentari, leggo enciclopedie ecc) su qualche felino, e noto elementi comuni a tutti, anche se magari in misure diverse, e quindi associo questi elementi a tutti i felini in generale. È un ragionamento incorretto a rigor di logica, ma lo facciamo moltissime volte.
Io poi penso che a questo punto il daimon scelga la forma di un animale in base a queste categorie. Il perché però, sempre per rimanere nell'esempio, scelga una lince invece di un puma o di un gatto, non saprei spiegarlo.
Andrea|Daemian|INTP|5w6|Slytherclaw
Hagen|Daimon|MBTI non trovato, si prega di contattare l'amministratore

Avatar utente
Bird
Daemian
Messaggi: 5436
Iscritto il: dom 23/giu/2013 19:26:25
GPC: 20 lug 2008
Forma: Gattopardo Timidone
Località: All of time and space.
Età: 23

Re: Forma e analisi: cosa viene prima?

Messaggio da Bird » dom 05/mar/2017 13:28:45

Quoto sia Ary che Andrea e in particolare lui, perché è esattamente quello che è successo a noi con il serval.
Poi nei periodi meh Auryn cambia solitamente sempre in felini, quindi è sempre un modo per dirmi "il nucleo è quello, ma stai attenta, in questo momento alcune cose più superficiali ti riportano a quest'altro felino".
intp | 5w6 | ravenrin | chaotic neutral | house lannister | the architect
Immagine
estj | 1w9 | slytherpuff | lawful neutral | house stark | the carer

Avatar utente
Yomi
Matooranda (attenti, morde)
Messaggi: 2537
Iscritto il: ven 28/giu/2013 22:36:42
GPC: 11 nov 2014
Forma: Variabile
Località: Torino
Età: 19
Contatta:

Re: Forma e analisi: cosa viene prima?

Messaggio da Yomi » dom 05/mar/2017 13:39:59

Hjortehud ha scritto:
dom 05/mar/2017 12:16:48
È una buona domanda, e proverò a darti una risposta il più razionale possibile :)
Dunque, io premetto che i cervi manco sapevo come erano fatti di carattere. Però mi piacevano. Mi piaceva che il mio daimon avesse le macchie, quelle orecchione ed era bellissimo proiettarlo. Può sembrare stupido, ma inizialmente era così: piacevole da proiettare e rilassante.
Quando chiesi le analisi (o le scrissi, non ricordo) il cervo non mi rappresentava ancora. Solo dopo anni posso dire che mi assomiglia, almeno a livello di analisi.
Prima, sentivo che mi assomigliava per affinità.
Come posso spiegarlo? Mi sentivo fragile, ma disposta a lottare, e anche dolce, ma non stupida. Mi sentivo la preda che rappresentava il cervo, e a dimostrarlo è il fatto che il mio daimon manteneva un mantello infantile (quello a chiazze tipico dei cerbiatti per capirci)
In pratica mi immedesimavo nel cervo senza essere cervo. Un po' come sentirsi volpe perché ci si sente furbi, non ha senso, ma lo senti dentro di te.
Poi con il tempo grazie a dio sono cambiata (?) ed effettivamente mi ritrovo nella forma del cervo

Per gli altri non posso parlare, ma presumo che sia una sorta di allenamento, collegamento che fai a furia di vedere le analisi.
Per esempio, ho letto spesso che i canidi sono socievoli, no?
Quindi, un giorno, senza che esista l'analisi, il mio daimon diventa licaone. Io manco so cosa sia un licaone o che carattere abbia, ma interiormente SO che i canidi sono socievoli. Per il resto può essere un curioso caso, ma è l'unica spiegazione plausibile che ho trovato
Quoto Ary.
Verso la fine del 2015 Dia ha preso la forma del Border Collie, ero contenta perche' mi ci sentivo bene e l'abbiamo tenuta per mesi, cosi', a sensazione, senza analisi ne' nulla (per questo siamo soggettiviste). Bhe, non vado a leggerla proprio l'altro giorno e scopro che TUTTI i punti, tranne forse uno, si adattano a me?
Credo che sia una coincidenza, ma rimane comunque un fatto molto interessante ^^
Yomi
ENFJ | 4w5 | Chaotic Neutral | Daemian


❝이 슬픔 뒤엔 웃는 날이 올까
해가 뜨기 전이 가장


Immagine Immagine Immagine

Immagine

어두운 것처럼
조금만 견디면 닿을 수 있어❞



ISFP | 9w1 | Chaotic Good | Daemon
Diana


Avatar utente
Andrea
Daemian
Messaggi: 258
Iscritto il: dom 14/ago/2016 23:10:56
GPC: 15 ago 2015
Forma: Trigre
Età: 25

Re: Forma e analisi: cosa viene prima?

Messaggio da Andrea » lun 06/mar/2017 16:47:52

liaison ha scritto:
dom 05/mar/2017 13:28:45
Quoto sia Ary che Andrea e in particolare lui, perché è esattamente quello che è successo a noi con il serval.
Poi nei periodi meh Auryn cambia solitamente sempre in felini, quindi è sempre un modo per dirmi "il nucleo è quello, ma stai attenta, in questo momento alcune cose più superficiali ti riportano a quest'altro felino".
La lettura dell'analisi in questo caso potrebbe servire a stabilizzare la forma. Insomma, se ad esempio io ho la personalità ''lince canadese'', ma non ho mai letto la sua analisi, o comunque non mi sono mai informato su di essa, è improbabile che il daimon assuma fin da subito quella forma precisa, ma assumerà la forma di un felino generico, oppure comincerà a cambiare forma come si cambiano mutande, ma scegliendo pur sempre tra forme feline. Una volta che io finalmente avrò letto l'analisi, allora si stabilizzerà.
Andrea|Daemian|INTP|5w6|Slytherclaw
Hagen|Daimon|MBTI non trovato, si prega di contattare l'amministratore

Rispondi