L'Analisi è attendibile?

Confrontiamo i contenuti degli indirizzi e delle scuole che compongono il Daimonismo!
Avatar utente
Aylin
Daemian
Messaggi: 419
Iscritto il: sab 22/giu/2013 11:29:27
GPC: 01 mar 2012
Forma: Barbagianni
Località: Parma
Età: 22
Contatta:

L'Analisi è attendibile?

Messaggio da Aylin » gio 27/giu/2013 10:41:34

Questa è una teoria che ho elaborato da pochissimo e comprendo quanto sia complessa e probabilmente astrusa quindi se trovaste alcuen pecche vi prego di segnalarmele.
Io penso che l'Analisi, sia diretta che inversa, sia poco attendibile. Infatti essendo l'uomo il carattere e il daimon la personalità come facciamo a dare al daimon una forma a seconda del nostro carattere? L'analisi analizza il nostro comportamento che, essendo determinato in an parte anche da questioni sociali, psicologiche e etiche, non ci permette di essere così liberi. Invece il daimon è ciò che siamo realtmente a prescindere, è l'essenza! Pertanto come possiamo mai dare al daimon una forma a seconda del nostro carattere se proprio luii dovrebbe mostrare cosa siamo realmente?
Non capisco, spero che possiate illuminarmi, magari fornendomi una spiegazione dettagliata del perché le analisi possono essere attendibili.
Sono assolutamente ignorante in materia perciò mi sento un po' in imbarazzo ad esporre questa mia prima teoria...
Vi saluto,
Aylin
Aylin | INFJ | 9w1

Avatar utente
-thias e emma-
Daemian
Messaggi: 244
Iscritto il: sab 25/feb/2012 21:07:34
GPC: 14 nov 2011
Forma: volpe artica
Età: 23

Re: L'Analisiè attendibile?

Messaggio da -thias e emma- » gio 27/giu/2013 11:16:53

Sinceramente non posso illuminarti, e se anche potessi non credo di essere la persona più adatta, però volevo dire la mia opinione, dunque anch'io come te penso che le analisi siano poco attendibili, io per la forma di Emma vado diciamo a istinto...è complicata la cosa, ad ogni modo poniamo il seguente caso, il daimon prende la forma dell'animale che rispecchia il nostro carattere no? Ma mettiamo che ci sia un altra persona che abbia una volpe artica come daimon proprio come me, quella persona dovrebbe essere tale quale a me, dal momento che le analisi sono molto specifiche su carattere e comportamenti della persona, ma se anche non tale quale, dovrebbe comunque essermi molto simile per avere una volpe artica come me, quindi di conseguenza io penso che il daimon assuma la forma di un animale oltre che per farci mettere a nostro agio, anche per altri motivi a me sconosciuti, e quando provo a parlarne con Emma come ogni argomento sui daimon ovviamente mi lascia con un pugno di mosche in mano -.- mi piace vederti teorizzare e ipotizzare, inoltre così ampli la mente a nuove idee, come quella volta che avevi deciso di trovare un altro metodo di comunicazione, gia...fallimento totale ma va beh l'importante è provarci, già scusate comunque più che un opinione mi sembra di aver esposto una teoria, ma io la penso così.

Avatar utente
Saphiry e Deianira
Daemian
Messaggi: 5082
Iscritto il: lun 13/nov/2006 18:42:00
GPC: 15 nov 2006
Forma: Duck toller
Località: Un po' qui, un po' là
Età: 28

Re: L'Analisiè attendibile?

Messaggio da Saphiry e Deianira » gio 27/giu/2013 11:19:10

Tranquilla, la teoria dell'analisi inattendibile sta prendendo piede ultimamente, quindi non sentirti imbarazzata. Io personalmente sono della 'vecchia scuola' ed essendo un'analista credo ovviamente che esse siano valide XD. Cosa intendi con "l'uomo è il carattere"? Non capisco proprio... Ti dico il mio punto di vista ;) il daimon è la parte di noi più libera da regole, vincoli sociali e leggi. Inoltre penso che la forma del daimon debba essere significativa in qualche modo: potrei visualizzare Pho come un bicchiere, ma cosa mi comunicherebbe? Credo che la forma del daimon sia quella del nostro carattere. Le questioni psicologiche, legali ecc hanno contribuito a plasmare la nostra personalità così come scuola, famiglia, amici... Ok, è un po' confusa come risposta xD
7w6, ESTP, Gryffindor, Chaotic Good, Outsider

We're just a step from fearless,
reach out for me, my dearest.
Don't you cry,
you don't know, you're almost near it


1w9, INTJ, Raverin, Neutral Good, A Good Dog
Mostra

Avatar utente
Aylin
Daemian
Messaggi: 419
Iscritto il: sab 22/giu/2013 11:29:27
GPC: 01 mar 2012
Forma: Barbagianni
Località: Parma
Età: 22
Contatta:

Re: L'Analisiè attendibile?

Messaggio da Aylin » gio 27/giu/2013 13:44:47

Mi spiego meglio, penso di non essermi ben spiegata. Io non sono né della vecchia scuola né della nuova. Io ho una teoria tutta mia. Penso che Il carattere sia ciò che appare dell'uomo ossia ciò che vedono tutti. Quindi un atteggiamento solitario, che fa parte del carattere di Tizio, magari non vuol dire che lui abbia una personalità solitaria poiché potrebbe comportarsi così solo a causa appunto del suo passato o di qualche evento che la segnato molto. Quindi, pur MOSTRANDOSI solitario lui è sociale. Quindi se lui facesse un'analisi e incontrasse la domanda "Sei solitario o sociale?" di certo risponderebbe "solitario" ma in realtà il daimon, che rappresenta il nostro autentico essere, la nostra personalità, non può essere un animale solitario perché Tizio sarebbe una persona sociale se quel certo evento non lo avesse segnato così profondamente.
Non so se ho reso l'idea. Le analisi penso siano inutili perché io posso rispondere di essere una che ha pochi amici. Ma questo è solo per una clausura causata da un avvenimento della mia infanzia, probabilmente. Perciò ritengo le analisi poco attendibili, in quanto mostrano il carattere di una persona e non la personalità, ossia quell'elemento rappresentato dal daimon.
Spero di aver reso l'idea :-)
Aylin
Aylin | INFJ | 9w1

Avatar utente
-thias e emma-
Daemian
Messaggi: 244
Iscritto il: sab 25/feb/2012 21:07:34
GPC: 14 nov 2011
Forma: volpe artica
Età: 23

Re: L'Analisiè attendibile?

Messaggio da -thias e emma- » gio 27/giu/2013 14:46:26

Si l'hai resa molto bene l'idea, e direi che la teoria e fondata.

Avatar utente
Saphiry e Deianira
Daemian
Messaggi: 5082
Iscritto il: lun 13/nov/2006 18:42:00
GPC: 15 nov 2006
Forma: Duck toller
Località: Un po' qui, un po' là
Età: 28

Re: L'Analisiè attendibile?

Messaggio da Saphiry e Deianira » gio 27/giu/2013 14:56:35

Il passato plasma la tua personalità. Io tengo molto conto degli eventi a me accaduti: so che se non avessi subito gravi episodi di bullismo non sarei così timida, però fatto sta che questo è il mio carattere. Sono sociofobica, lo ammetto, ma mi piace stare con gli amici intimi, quindi il mio daimon è una di quelle rare lepri a cui piace, nonostante la timidezza, incontrarsi con dei propri simili. Il mio passato mi ha resa quella che sono come tutto il resto. Se tu fossi vissuta in una stanza chiusa senza alcun contatto con umani o animali, non avresti una vera personalità. Sono i fattori che ci influenzano a determinare il carattere.
7w6, ESTP, Gryffindor, Chaotic Good, Outsider

We're just a step from fearless,
reach out for me, my dearest.
Don't you cry,
you don't know, you're almost near it


1w9, INTJ, Raverin, Neutral Good, A Good Dog
Mostra

Avatar utente
Cassandra e Sibilin
Daemian
Messaggi: 4459
Iscritto il: mer 17/dic/2008 16:05:00
GPC: 08 dic 2008
Forma: campo base
Località: Qui.
Età: 31

Re: L'Analisiè attendibile?

Messaggio da Cassandra e Sibilin » gio 27/giu/2013 18:54:31

Vediamo....
da un punto di vista strettamente teorico, vediamo di scindere per buona parte carattere e personalità.

Il carattere è ciò che traspare di te all'esterno, il modo in cui ti comporti e giudichi, la parte più "superficiale".

La personalità è proprio il cuore, quello che imposta il modo in cui andrai ad affrontare le sfide future, il modo in cui il tuo intero sistema organizzativo andrà a reagire. La personalità si costruisce nella prima età scolare circa, ed è la personalità, unita alle esperienze e al sòstrato culturale, che forma il carattere.


Passiamo dunque alla validità delle analisi: secondo il mio parere, nessuno può dirti cosa devi fare, ma devi ascoltare tutti.
Mi spiego meglio: l'analisi, diretta e inversa, è solo un trampolino di lancio, di certo non la bibbia del tuo carattere. Ti può dare spunti per la conoscenza interiore, così come la forma, che non è altro che uno dei tanti simboli, ma mai, mai prendere per oro colato le analisi.
Il percorso che mi ha portato a comprendere il perchè Sibilin abbia assunto una certa forma dura ancora adesso, ed ogni giorno scopriamo cose nuove.
Ed è un percorso che è partito da Sibilin stessa, che si è data una forma sconosciuta di cui in seguito ho fatto l'analisi.
Ci sono cose che quattro punti non possono dirti, nè ti diranno mai.
L'analisi ti può suggerire l'inizio del sentiero, ma poi ce la dobbiamo sbrogliare da soli. XD
I'll shake the ground with all my might
I will pull my whole heart up to the surface
For the innocent, for the vulnerable
I'll show up on the front lines with a purpose
And I'll give all I have, I'll give my blood, I'll give my sweat-
An ocean of tears will spill for what is broken
I'm shattered porcelain, glued back together again
Invincible like I've never been

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 32

Re: L'Analisi è attendibile?

Messaggio da Claudio-Olyandra » ven 28/giu/2013 03:28:17

La contrapposizione carattere/uomo vs. personalità/daimon è precisamente illustrata nella Teoria della Monade e della Stabilizzazione: non so se tu abbia tratto spunto da quel topic o se sia giunta autonomamente alle medesime mie conclusioni, però conviene alla chiarezza del dibattito farvi esplicito riferimento. ;)

L'introspezione è una via irta di difficoltà, fallimenti, passi falsi e vicoli ciechi: le migliori premesse non garantiscono il pieno svelamento della sfera più nascosta della psiche, dunque di quel nucleo esistenziale che chiamiamo daimon e che rende ciascuno portatore di un modo di essere unico, esclusivo e non replicabile. La ricostruzione della personalità, la scoperta totale del proprio daimon, non è un dato di partenza, ma il traguardo (mobile) di un cammino perenne. Le informazioni su cui possiamo basarci per iniziare lo scavo sono quelle relative al carattere, al modo di porci nella vita sociale: il resto è frutto di un'opera incessante di autoanalisi, volta a rimuovere gradatamente tutte le alterazioni e le distorsioni all'immagine ed alla considerazione che ciascuno di noi ha di se stesso. La mia modesta opinione è che un cammino così insidioso non possa intraprendersi con sufficienti speranze di successo, a maggior ragione da parte di persone inesperte di psicologia, senza un libretto di istruzioni preliminari. Ho grande fiducia negli autodidatti, che si cimentano nell'apprendimento di una disciplina facendosi maestri ed allievi ad un tempo, ma gli autodidatti hanno dei libri su cui fare affidamento e - questo è il punto determinante - possono riscontrare oggettivamente i propri progressi, per esempio ascoltando la fluidità del canto o della sonata di chitarra o sfidando il computer in una partita a scacchi. Il daemian è doppiamente svantaggiato: non ha libri strutturati, ma solo topic, guide e vademecum che sono il prodotto di esperienze soggettive non necessariamente corrispondenti od estensibili alla particolare sensibilità o attitudine introspettiva del novizio, e non può verificare con sicurezza i passi avanti compiuti, atteso che nella psiche l'oggettività è una merce rara, gli autoinganni si contano a migliaia ed i filtri, che il daemian si prefigge di rimuovere, potrebbero essere la causa della sua falsa percezione di miglioramenti meramente apparenti. :roll:

Le Analisi entrano in gioco come rimedio all'estrema vaghezza di un approccio introspettivo che, al di là di facili consigli sull'ambiente adatto per essere avviato (silenzio, quiete interiore...), dev'essere riempito di sostanza, di contenuti e metodi concreti e puntuali. Cosa significa, in soldoni, fare introspezione? Vuol dire scandagliarsi dentro; rilevare desideri, sogni, attitudini, frustrazioni, paure e traumi; accettarli senza censure moralistiche o divagazioni autoassolutorie; indagarne le cause, ripescando dalla memoria tutti gli elementi a conforto e tentando di arginare i bias mnemonici in cui tutti, fisiologicamente, incappano; risalire infine al nucleo primigenio del proprio essere e raccogliere la volontà necessaria per rispettarlo, amarlo ed attuarlo senza lasciarsi inibire dalle aspettative sociali o dalla cultura dominante e, ad un tempo, senza mancare di rispetto agli altri né violare la legge. Meraviglioso, fantastico e sublime, ma come si mette in pratica questo contorto gioco dell'oca? Sono sinceramente convinto di questo: la conoscenza è potere, giacché la paura consapevole di qualcosa è più gestibile ed aggredibile della finta indifferenza per quel qualcosa, che cela invero una paura nascosta. Posto che l'essenza del daimon non coincide con la sua forma (esattamente come il sottoscritto, travestito da Jedi o atteggiantesi come un Jedi, non per questo sarebbe un Jedi), allora non v'è contraddizione tra il daimon che è personalità e la forma del daimon che allude simbolicamente al carattere. ;)

Le Analisi, per chi ne riconosce la validità:
1) ti instradano, a misura che ti costringono ad un sincero e dettagliato esame di coscienza (non in senso morale, bensì esistenziale), ad un approfondito interrogarti su come ti comporti e su cosa provi interiormente (fattori apparentemente scontati e già dati, ma in realtà molte persone vivono senza neppure porsi il problema di come vivono!);
2) ti suggeriscono, alla luce della forma desunta dall'analisi inversa o avvertita come tua propria a seguito della lettura di più analisi dirette, una serie di tratti caratteriali ulteriori rispetto a quelli che riconosci (razionalmente) ed ammetti (moralmente ed emotivamente) di possedere, inducendoti così ad un'indagine sulla loro effettiva esistenza e, in caso di risposta affermativa, sulla misura in cui sono presenti.
A mio avviso, un conto è chiedere ad un bambino di scoprire dei sassi cubici o sferici nella spiaggia e mandarlo allo sbaraglio, un altro conto è mostrargli prima l'immagine abbozzata e grossolana di un cubo o di una sfera (e stimolare così la sua capacità di associazione, la sua astrazione figurativa, la sua abilità logica) e soltanto dopo inviarlo in perlustrazione. Poi, magari, si fermerà a cubi e sfere o, invece, avrà l'acume necessario per notare le analogie tra un sasso tetraedrico ed il cubo (spigoli, facce piatte...) o tra un sasso ellissoidale e la sfera (superficie smussata, schiacciamento simile...), ma una cosa è sicura: non sarebbe andato lontano senza un indizio su come avviare la ricerca, senza la possibilità di paragonare il modello proposto su carta e le varianti reperite sul campo. :D
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Avatar utente
Aylin
Daemian
Messaggi: 419
Iscritto il: sab 22/giu/2013 11:29:27
GPC: 01 mar 2012
Forma: Barbagianni
Località: Parma
Età: 22
Contatta:

Re: L'Analisi è attendibile?

Messaggio da Aylin » ven 28/giu/2013 08:34:30

Ora capisco, Claudio. Ti ringrazio di cuore per l'illuminante spiegazione, ora capisco veramente!
Saluti,
Aylin
Aylin | INFJ | 9w1

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 32

Re: L'Analisi è attendibile?

Messaggio da Claudio-Olyandra » mer 04/set/2013 12:49:15

Anche questa discussione trarrà beneficio dalla chiarificazione terminologica compiuta nel topic teorico Ricerca introspettiva e relazione introspettiva. :D
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Rispondi