Proposta di regolamento

Il Regolamento del Forum e le proposte di modifica!
Avatar utente
Sofy e Manphy
Daemian
Messaggi: 1379
Iscritto il: mar 30/dic/2008 17:02:00
GPC: 28 dic 2008
Località: Dietro di te.. o.o
Età: 25

Re: Proposta di regolamento

Messaggio da Sofy e Manphy » sab 16/ott/2010 15:59:49

Una cosa molto molto più semplice di quella attuale, insomma.

Avatar utente
Raven & Antares
Daemian
Messaggi: 182
Iscritto il: mer 15/lug/2009 01:10:00
GPC: 19 giu 2009
Forma: Ballerina Bianca
Località: Milano
Età: 27

Re: Proposta di regolamento

Messaggio da Raven & Antares » sab 16/ott/2010 17:51:48

Sì, era quello che intendevo. Però pensavo che mantenere anche questo regolamento non sarebbe male, più che altro per avere una certezza che se qualcuno la combina grossa, la pena sia scritta da qualche parte. Quindi pensavo a un regolamento parallelo, che riassumesse soltanto qualche punto per la vita, appunto, sociale nel forum.
Immagine

Avatar utente
Kaisa e Artie
Daemian
Messaggi: 834
Iscritto il: mar 30/ott/2007 15:56:00
GPC: 02 nov 2007
Località: Kyar
Età: 26

Re: Proposta di regolamento

Messaggio da Kaisa e Artie » sab 16/ott/2010 17:53:13

Eley&Me' ha scritto:Forse sarebbe il caso di fare un regolamento sintetizzato da leggere in non più di 1-2 minuti, con le regole fondamentali del vivere civile.
Ad esempio: Non bestemmiare, non scrivere cose razziste, sessiste, omofobiche etc, non spammare, non fare pubblicità, non offendere la dignità di nessuno.. Cose così insomma
Quoto con Eleyon. Apprezzo davvero il lavoro che hai fatto, Claudio, non voglio nemmeno immaginare quanto tu ci abbia messo a finirlo! °_°
Però bisogna guardarlo dal punto di vista di un utente medio appena iscritto al forum: davvero si metterebbe a leggerlo tutto? Mah, io ho i miei seri dubbi. Non tutti, almeno, si prenderebbero il tempo e la voglia necessaria per guardarlo con attenzione e capirlo davvero (e magari anche cercando di memorizzare le regole più importanti)...
And I find it kind of funny, and I find it kind of sad... The dreams in wich I'm dying are the best I ever had. (Mad Worl - Gary Jules)

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 32

Re: Proposta di regolamento

Messaggio da Claudio-Olyandra » sab 16/ott/2010 21:27:05

La strada giusta è quella suggerita da alcuni di voi: approviamo il regolamento integrale e poi qualcuno si occupa di redigere una sintesi breve ed efficace per una consultazione veloce. In questo modo avremo sia certezza, sia comodità di lettura. ;)

RAVEN. Ogni utente ha il dovere di rispettare la dignità degli altri utenti e del forum stesso e, più in generale, il dovere di rispettare il regolamento. :)
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Avatar utente
Raven & Antares
Daemian
Messaggi: 182
Iscritto il: mer 15/lug/2009 01:10:00
GPC: 19 giu 2009
Forma: Ballerina Bianca
Località: Milano
Età: 27

Re: Proposta di regolamento

Messaggio da Raven & Antares » sab 16/ott/2010 21:32:01

Claudio-Olyandra ha scritto:RAVEN. Ogni utente ha il dovere di rispettare la dignità degli altri utenti e del forum stesso e, più in generale, il dovere di rispettare il regolamento. :)
Ok, grazie Claudio. Dubbio chiarito ;)
Immagine

Avatar utente
Raven & Antares
Daemian
Messaggi: 182
Iscritto il: mer 15/lug/2009 01:10:00
GPC: 19 giu 2009
Forma: Ballerina Bianca
Località: Milano
Età: 27

Re: Proposta di regolamento

Messaggio da Raven & Antares » lun 18/ott/2010 22:51:54

Ultima domanda, poi mi levo di torno:
1. Gli Amministratori ed i Moderatori sono eletti dalla comunità mediante sondaggio.
Per curiosità, quando si avrà la prossima elezione?
Se è stato detto in un altro topic e mi è sfuggito, perdonatemi :|
Immagine

Ako e Eri
Daemian
Messaggi: 228
Iscritto il: mer 22/apr/2009 14:31:00
GPC: 21 apr 2009

Re: Proposta di regolamento

Messaggio da Ako e Eri » lun 18/ott/2010 23:01:06

Ringrazio Luke per la gentilissima collaborazione. Insieme abbiamo raggiunto queste conclusioni ^^

1) Innanzitutto, la suddivisione in Titoli e Capi: non è la Costituzione! XD Appesantisce tutto, sarebbe forse più funzionale una divisione tramite, al massimo, qualche titoletto.

2) L'utilizzo di "ovvero". Il suo vero significato sarebbe disgiuntivo ("oppure"), però viene ormai utilizzato con valenza correlativa ("o... o"). Non sarebbe il caso di usare "oppure"?

3) Art. 1:
1. Il presente Forum si prefigge i seguenti obiettivi prioritari:
A) sviluppare le dottrine del Daimonismo;
B) favorire l'incontro e l'integrazione fra daemian;
C) raccogliere le esperienze e le testimonianze dei daemian;
D) fornire delucidazioni e consigli ai daemian che ne fanno richiesta;
E) elaborare i materiali da esportare nel Sito dei Daimon.
2. All'interno del Forum possono svolgersi anche altre attività, purché queste ultime non impediscano né rallentino né rendano più difficoltoso il perseguimento degli obiettivi prioritari.
3. Il presente Forum è disciplinato dalla normativa italiana e dal presente regolamento.
Diremmo che è superfluo. Il forum ha la funzione che noi gli attribuiamo, nella nostra sensibilità, non quella attribuitagli da un Regolamento. Appesantisce il tutto inutilmente.

4) Art. 2:
1. Il Forum è aperto a tutte le persone fisiche aventi l'età ed i requisiti psicofisici necessari per comprenderne, almeno parzialmente, il contenuto e le finalità.
Superfluo anche questo, no? Perché dovrebbero esistere soggetti non legittimati ad iscriversi?

5) Art. 3:
1. L'aspirante utente è tenuto a compilare i campi “nome utente” e “password”, mentre gli altri sono facoltativi.
2. Un utente non può iscriversi nuovamente, se non per comprovato cattivo funzionamento del precedente profilo. In ogni caso egli è tenuto a comunicare tempestivamente ad un Amministratore gli account aggiuntivi per la loro rimozione.
3. Nei campi del modulo d'iscrizione, nell'avatar e nella firma non devono figurare:
A) nomi volgari, oltraggiosi, razzisti o discriminatori, ovvero bestemmie o slogan religiosi, politici, partitici o sindacali, ovvero incitamenti alla violenza od alla commissione di reati;
B) riferimenti alla pornografia, alla pirateria informatica o ad altre condotte illegali o suscettibili di offendere gravemente la sensibilità degli utenti.
Co. 1: Impossibile da violare, quindi superfluo.
Co. 2: L'avviso della nuova registrazione dovrebbe essere pubblico, per non creare confusione agli altri utenti.
Co. 3: Purché non siano volgari, razzisti, discriminatori o incitanti alla violenza, che male ci sarebbe in slogan religiosi o politici? Non posso mettere in firma una citazione anarchica di De André, per caso? :roll:

6) Art. 4:
1. La persona iscritta diventa utente e può partecipare alle attività del Forum, secondo le norme stabilite dal presente regolamento.
2. Con l'iscrizione l'utente acquista i diritti ed assume i doveri stabiliti dal presente regolamento.
Ovvio e dunque superfluo, diremmo.

7) Art. 5:
1. L'utente può liberamente modificare i campi del proprio profilo, l'avatar e la firma, senza bisogno di autorizzazione, osservando le prescrizioni di cui all'art. 3, co. 4 e 5.
E ci mancherebbe altro! x'DDD

8) Art. 6:
1. L'utente può ritirarsi dal Forum in qualunque momento, senza obbligo di preavviso o di motivazione.
2. L'utente che intende ritirarsi dal Forum deve rivolgere apposita richiesta ad un Amministratore e manifestare pubblicamente la propria volontà, a beneficio degli altri utenti.
3. Gli Amministratori sono tenuti a soddisfare tempestivamente le richieste di ritiro loro inoltrate.
4. La richiesta di ritiro diviene irrevocabile non appena il profilo dell'utente è stato cancellato.
Idem come sopra. E' superfluo dire che un utente si può ritirare quando vuole, etc. Un unico dubbio sorge sul Co. 2: non pensiamo sia necessario un avviso pubblico... uno può di punto in bianco decidere di non venire più qui e basta, no? :roll:

9) Art. 7:
1. L'utente ritiratosi perde la qualità di utente, ma può iscriversi nuovamente in qualunque momento.
2. L'utente ritiratosi non può nuovamente iscriversi col proprio precedente nome utente, salvo che un Amministratore espressamente lo autorizzi.
3. Il ritiro non comporta la cancellazione dei messaggi che l'utente ha scritto durante la propria permanenza nel Forum.
Ovvio e quindi superfluo, come i due precedenti.
Co. 2: Che senso ha? Se qualcuno volesse fingersi il vecchio utente, basterebbe registrarsi e dire di essere lui.

10) Art. 8:
1. Ciascun utente ha il diritto di aprire nuovi argomenti di discussione e di partecipare a quelli già esistenti con propri messaggi, rispettandone il tema centrale.
2. Ciascun utente ha il diritto di inviare messaggi privati agli altri utenti.
3. Ciascun utente ha il diritto di inviare posta elettronica tramite il Forum.
4. Ciascun utente ha il diritto di usare la bacheca di chat.
5. Ciascun utente ha il diritto di impiegare le altre funzionalità accessorie del Forum.
6. In nessun caso l'utente può esercitare questi diritti in violazione del regolamento o in modo tale da recare pregiudizio all'integrità morale degli utenti od alla dignità del Forum.
Come sopra: ovvio e quindi superfluo.

11) Art. 9, Co. 5:
5. L'utente è tenuto ad esprimersi educatamente ed in lingua italiana, secondo le regole della buona grammatica, e può fare solo occasionalmente ricorso ad abbreviazioni o forme contratte od omofone, ad es. "p.zza", "xché", "6" inteso come voce del verbo essere.
Diremmo che il ricorso alle abbreviazioni dovrebbe essere sconsigliato, non vietato.

12) Art. 9, Co. 8:
C) occultismo, paranormale ed altri fenomeni sovrannaturali;
Perché anche di questi? Ok l'avviso ai Moderatori o agli Amministratori per quanto riguarda sessualità, violenza e politica, ma... il paranormale? Qui ci sembra si esageri...

13) Art. 10, Co. 1:
1. Salvo avviso contrario, gli utenti possono leggere e scrivere in tutte le sezioni del Forum.
Ovvio, no?

14) Titolo II – (Cautele inerziali): Questo riguarda proprio il titolo XD "Cautele ineziali" lascia leggermente interdetti. :lol: Tra l'altro, l'abbiamo già detto, una suddivisione simile ci sembra superflua...

Piccolo discorso a parte su sanzioni e simili.
La sospensione come si potrebbe attuare? Perché se significa lavoro in più per Luke, io direi che si può benissimo farne a meno...
L'inibizione lascia entrambi perplessi. A cosa potrebbe servire? Uno importuna tramite messaggi privati o la chat? Il ban esiste.
La durata massima di Inibizione ed Espulsione, 5 anni, ci sembra decisamente esagerata. Un anno dovrebbe bastare.
Tra l'altro, anche la Radiazione ci sembra una pena esagerata...
Per quando riguarda l'Articolo 38, una parte non ci convince: al superiore gerarchico di chi gliel'ha inflitta. Così sembra che gli Amministratori comandino i Moderatori XD Non sarebbe meglio agli amministratori?

E chiudiamo qui :lol:
È in un giorno di pioggia che ti ho conosciuta,
il vento dell'ovest rideva gentile
e in un giorno di pioggia ho imparato ad amarti
mi hai preso per mano portandomi via.

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 32

Re: Proposta di regolamento

Messaggio da Claudio-Olyandra » mar 19/ott/2010 13:22:55

Ako-Aris ha scritto:1) Innanzitutto, la suddivisione in Titoli e Capi: non è la Costituzione! XD Appesantisce tutto, sarebbe forse più funzionale una divisione tramite, al massimo, qualche titoletto.
Che c'entra la Costituzione? Le partizioni in Titoli e Capi sono caratteristiche di tutti i testi normativi, qual è un regolamento: esse giovano ai lettori, che possono subito trovare l'articolo di loro interesse in base alle varie "aree tematiche". Hanno una funzione organizzativa. ;)
2) L'utilizzo di "ovvero". Il suo vero significato sarebbe disgiuntivo ("oppure"), però viene ormai utilizzato con valenza correlativa ("o... o"). Non sarebbe il caso di usare "oppure"?
"Ovvero" può avere valore disgiuntivo o esplicativo: io lo adopero come disgiuntivo, anche quando ce ne sono tanti in ripetizione, ma siete liberi di metterci "oppure". :lol:
1. Il presente Forum si prefigge i seguenti obiettivi prioritari:
A) sviluppare le dottrine del Daimonismo;
B) favorire l'incontro e l'integrazione fra daemian;
C) raccogliere le esperienze e le testimonianze dei daemian;
D) fornire delucidazioni e consigli ai daemian che ne fanno richiesta;
E) elaborare i materiali da esportare nel Sito dei Daimon.
2. All'interno del Forum possono svolgersi anche altre attività, purché queste ultime non impediscano né rallentino né rendano più difficoltoso il perseguimento degli obiettivi prioritari.
3. Il presente Forum è disciplinato dalla normativa italiana e dal presente regolamento.
Diremmo che è superfluo. Il forum ha la funzione che noi gli attribuiamo, nella nostra sensibilità, non quella attribuitagli da un Regolamento. Appesantisce il tutto inutilmente.
Non è superfluo. Il forum ha una funzione precisa, quella per cui è nato e che ne determina i contenuti prevalenti. È giusto che i novizi sappiano di cosa si parla qui, altrimenti rischiamo un'invasione di discussioni completamente fuori tema che snaturerebbero la comunità stessa, annacquando il tema del Daimonismo. Immaginate un branco di fondamentalisti cattolici che si iscrive in massa per dichiararci tutti eretici... ;)
1. Il Forum è aperto a tutte le persone fisiche aventi l'età ed i requisiti psicofisici necessari per comprenderne, almeno parzialmente, il contenuto e le finalità. Superfluo anche questo, no? Perché dovrebbero esistere soggetti non legittimati ad iscriversi?
Perché se per caso si iscrivesse un bambino di cinque anni, che scrive in modo sgrammaticato, incapace di articolare un discorso di senso compiuto, non avrebbe senso dover attendere il tempo ordinariamente richiesto per la cancellazione. Insomma, è bene che gli utenti siano in grado di capire quello che c'è nel forum, visto che non è una comunità incentrata sui cartoni animati. :lol:
1. L'aspirante utente è tenuto a compilare i campi “nome utente” e “password”, mentre gli altri sono facoltativi.
2. Un utente non può iscriversi nuovamente, se non per comprovato cattivo funzionamento del precedente profilo. In ogni caso egli è tenuto a comunicare tempestivamente ad un Amministratore gli account aggiuntivi per la loro rimozione.
3. Nei campi del modulo d'iscrizione, nell'avatar e nella firma non devono figurare:
A) nomi volgari, oltraggiosi, razzisti o discriminatori, ovvero bestemmie o slogan religiosi, politici, partitici o sindacali, ovvero incitamenti alla violenza od alla commissione di reati;
B) riferimenti alla pornografia, alla pirateria informatica o ad altre condotte illegali o suscettibili di offendere gravemente la sensibilità degli utenti.
Co. 1: Impossibile da violare, quindi superfluo.
Co. 2: L'avviso della nuova registrazione dovrebbe essere pubblico, per non creare confusione agli altri utenti.
Co. 3: Purché non siano volgari, razzisti, discriminatori o incitanti alla violenza, che male ci sarebbe in slogan religiosi o politici? Non posso mettere in firma una citazione anarchica di De André, per caso? :roll:
1. "Sono facoltativi tutti i campi che la procedura di iscrizione non esige che siano compilati" va bene? La gente ha il diritto di sapere che può omettere città e altre informazioni personali. :) 2. Cosa intendi? Vuoi che l'utente in questione avvisi non solo l'amministratore, ma pure la comunità, lasciando però il divieto del multiaccount, o vuoi legalizzare il multiaccount, a condizione che sia detto chiaramente? 3. Diciamo che è una regola classica dei forum, che trovi ovunque. La citazione anarchica di De Andrè passa inosservata per la maggioranza delle persone, e del resto è una citazione di un cantautore; ma se scrivi "Meno male che Silvio c'è" è praticamente sicuro che il giorno stesso scoppierà una guerra feroce tra fanatici di destra e sinistra e moderati che cercano di far da pacieri. :roll:
1. La persona iscritta diventa utente e può partecipare alle attività del Forum, secondo le norme stabilite dal presente regolamento.
2. Con l'iscrizione l'utente acquista i diritti ed assume i doveri stabiliti dal presente regolamento.
Ovvio e dunque superfluo, diremmo.
La norma chiarisce che dal primo istante in cui si mette piede qua dentro è obbligatorio rispettare il regolamento e non si può invocare a propria scusa l'ignoranza dello stesso. Sei iscritto? Allora questi sono i tuoi diritti e doveri, perciò sappili e tienine conto... ;)
1. L'utente può liberamente modificare i campi del proprio profilo, l'avatar e la firma, senza bisogno di autorizzazione, osservando le prescrizioni di cui all'art. 3, co. 4 e 5. E ci mancherebbe altro! x'DDD
Non è così ovvio: in alcuni forum cambiare i campi (specie il nick) richiede appositi permessi.
1. L'utente può ritirarsi dal Forum in qualunque momento, senza obbligo di preavviso o di motivazione.
2. L'utente che intende ritirarsi dal Forum deve rivolgere apposita richiesta ad un Amministratore e manifestare pubblicamente la propria volontà, a beneficio degli altri utenti.
3. Gli Amministratori sono tenuti a soddisfare tempestivamente le richieste di ritiro loro inoltrate.
4. La richiesta di ritiro diviene irrevocabile non appena il profilo dell'utente è stato cancellato.
Idem come sopra. E' superfluo dire che un utente si può ritirare quando vuole, etc. Un unico dubbio sorge sul Co. 2: non pensiamo sia necessario un avviso pubblico... uno può di punto in bianco decidere di non venire più qui e basta, no? :roll:
Non facciamo confusione. Il ritiro di cui parla la regola è quello ufficiale di chi vuole essere cancellato. Nulla vieta di non frequentare il forum per un certo tempo...
1. L'utente ritiratosi perde la qualità di utente, ma può iscriversi nuovamente in qualunque momento.
2. L'utente ritiratosi non può nuovamente iscriversi col proprio precedente nome utente, salvo che un Amministratore espressamente lo autorizzi.
3. Il ritiro non comporta la cancellazione dei messaggi che l'utente ha scritto durante la propria permanenza nel Forum.
Ovvio e quindi superfluo, come i due precedenti.
Co. 2: Che senso ha? Se qualcuno volesse fingersi il vecchio utente, basterebbe registrarsi e dire di essere lui.
Dai troppe cose per scontato: la mala fede si combatte con regole precise, perché è proprio alle lacune che i malintenzionati si appigliano per guastare l'armonia nei forum. Mi sembra chiaro che queste precisazioni non servono per le persone animate da buone intenzioni, corrette ed oneste, ma le regole si fanno per i disonesti, altrimenti non ci sarebbe il divieto di omicidio, non trovi? :roll: Registrarsi e dichiarare di essere il precedente utente non basta: se un amministratore ha sospetti, può chiedergli informazioni personali che non traspaiono dal vecchio profilo e così avere la prova del nove. ;)
1. Ciascun utente ha il diritto di aprire nuovi argomenti di discussione e di partecipare a quelli già esistenti con propri messaggi, rispettandone il tema centrale.
2. Ciascun utente ha il diritto di inviare messaggi privati agli altri utenti.
3. Ciascun utente ha il diritto di inviare posta elettronica tramite il Forum.
4. Ciascun utente ha il diritto di usare la bacheca di chat.
5. Ciascun utente ha il diritto di impiegare le altre funzionalità accessorie del Forum.
6. In nessun caso l'utente può esercitare questi diritti in violazione del regolamento o in modo tale da recare pregiudizio all'integrità morale degli utenti od alla dignità del Forum.
Troppe ovvietà, per te. Bisogna specificare che i diritti non sono illimitati, per prevenire abusi, e allora mi pare più efficace elencare i diritti e le limitazioni, piuttosto che queste ultime soltanto. :)
5. L'utente è tenuto ad esprimersi educatamente ed in lingua italiana, secondo le regole della buona grammatica, e può fare solo occasionalmente ricorso ad abbreviazioni o forme contratte od omofone, ad es. "p.zza", "xché", "6" inteso come voce del verbo essere. Diremmo che il ricorso alle abbreviazioni dovrebbe essere sconsigliato, non vietato.
Infatti è moderatamente consentito, non vietato. L'importante è evitare frasi totalmente illeggibili...
C) occultismo, paranormale ed altri fenomeni sovrannaturali; Perché anche di questi? Ok l'avviso ai Moderatori o agli Amministratori per quanto riguarda sessualità, violenza e politica, ma... il paranormale? Qui ci sembra si esageri...
Immagino che i più piccoli non sarebbero entusiasti di leggere topic sulle messe nere, i rituali negromantici, le sedute spiritiche e simili attività. Non sono sovrannaturali gli alieni, in quanto, se esistono, fanno parte dell'universo materiale e sono perciò naturali tanto quanto gli animali terrestri.
1. Salvo avviso contrario, gli utenti possono leggere e scrivere in tutte le sezioni del Forum.Ovvio, no?
Il comma che hai citato è strettamente collegato al secondo: si può leggere e scrivere ovunque, fatta eccezione per le sezioni che gli amministratori riservano a talune categorie di utenti. :)
14) Titolo II – (Cautele inerziali): Questo riguarda proprio il titolo XD "Cautele ineziali" lascia leggermente interdetti. :lol: Tra l'altro, l'abbiamo già detto, una suddivisione simile ci sembra superflua...
Se preferisci chiamarle "precauzioni contro l'assenteismo e la scarsa cura del profilo", fai pure. :lol:
Piccolo discorso a parte su sanzioni e simili.
La sospensione come si potrebbe attuare? Perché se significa lavoro in più per Luke, io direi che si può benissimo farne a meno...
L'inibizione lascia entrambi perplessi. A cosa potrebbe servire? Uno importuna tramite messaggi privati o la chat? Il ban esiste.
La durata massima di Inibizione ed Espulsione, 5 anni, ci sembra decisamente esagerata. Un anno dovrebbe bastare.
Tra l'altro, anche la Radiazione ci sembra una pena esagerata...
Per quando riguarda l'Articolo 38, una parte non ci convince: al superiore gerarchico di chi gliel'ha inflitta. Così sembra che gli Amministratori comandino i Moderatori XD Non sarebbe meglio agli amministratori?

E chiudiamo qui :lol:
La sospensione si attua non calcolando gli utenti sospesi nel momento in cui si consulta la lista utenti per verificare il numero degli iscritti e, dunque, la maggioranza richiesta per la decisione. Non c'è bisogno di mod informatiche o di altri sistemi complessi. :) L'inibizione è una misura intermedia tra il semplice rimprovero e la cacciata dal forum, che impedisce l'uso di funzioni che sono state mal gestite per molestare il prossimo. ;) Un anno di espulsione come massimo non restringe eccessivamente la possibilità di modellare la sanzione sulla gravità dell'infrazione? Magari due anni? La radiazione è il cosiddetto "ban permanente", che esiste dappertutto. Francamente, se un utente postasse immagini pedopornografiche sul forum, o istigasse all'omicidio o al suicidio, o cose simili, non vorrei rivederlo mai più: dobbiamo proteggere anche gli utenti più giovani e suscettibili. :) In effetti, cito l'elemento gerarchico per fissare implicitamente un'altra norma, quella per cui un moderatore non può punire un amministratore. Se così non fosse, si creerebbe un cortocircuito, in quanto il moderatore avrebbe il potere di intervenire su chi è abilitato a modificare le sue decisioni in caso di reclamo.
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Avatar utente
Luke e Kyriax
Amministratore
Messaggi: 3712
Iscritto il: dom 20/gen/2008 12:57:00
GPC: 19 gen 2008
Località: Torino, Genova
Età: 26

Re: Proposta di regolamento

Messaggio da Luke e Kyriax » mar 19/ott/2010 18:24:04

Claudio-Olyandra ha scritto:Che c'entra la Costituzione? Le partizioni in Titoli e Capi sono caratteristiche di tutti i testi normativi, qual è un regolamento: esse giovano ai lettori, che possono subito trovare l'articolo di loro interesse in base alle varie "aree tematiche". Hanno una funzione organizzativa. ;)
Onestamente, Claudio, penso che per un regolamento così semplice giovino esclusivamente a te :P
Magari mi sbaglio, ma secondo me appesantiscono la lettura ;)
Claudio-Olyandra ha scritto:Non è superfluo. Il forum ha una funzione precisa, quella per cui è nato e che ne determina i contenuti prevalenti. È giusto che i novizi sappiano di cosa si parla qui, altrimenti rischiamo un'invasione di discussioni completamente fuori tema che snaturerebbero la comunità stessa, annacquando il tema del Daimonismo. Immaginate un branco di fondamentalisti cattolici che si iscrive in massa per dichiararci tutti eretici... ;)
Cito nuovamente Ako:
Ako-Aris ha scritto:Il forum ha la funzione che noi gli attribuiamo, nella nostra sensibilità, non quella attribuitagli da un Regolamento.
Claudio-Olyandra ha scritto:1. "Sono facoltativi tutti i campi che la procedura di iscrizione non esige che siano compilati" va bene? La gente ha il diritto di sapere che può omettere città e altre informazioni personali. :) 2. Cosa intendi? Vuoi che l'utente in questione avvisi non solo l'amministratore, ma pure la comunità, lasciando però il divieto del multiaccount, o vuoi legalizzare il multiaccount, a condizione che sia detto chiaramente? 3. Diciamo che è una regola classica dei forum, che trovi ovunque. La citazione anarchica di De Andrè passa inosservata per la maggioranza delle persone, e del resto è una citazione di un cantautore; ma se scrivi "Meno male che Silvio c'è" è praticamente sicuro che il giorno stesso scoppierà una guerra feroce tra fanatici di destra e sinistra e moderati che cercano di far da pacieri. :roll:
A parte il fatto che dubito seriamente che qualcuno leggerà il regolamento prima di iscriversi, è semplicemente...ovvio che non si è obbligati a inserire informazioni personali! D:
Non riesco ad immaginare qualcuno che possa non capirlo.
Claudio-Olyandra ha scritto:La norma chiarisce che dal primo istante in cui si mette piede qua dentro è obbligatorio rispettare il regolamento e non si può invocare a propria scusa l'ignoranza dello stesso. Sei iscritto? Allora questi sono i tuoi diritti e doveri, perciò sappili e tienine conto... ;)
Ma appunto. Se ci sono casi in cui può non essere rispettato, non è un regolamento serio! :P
In ogni caso i doveri quali sarebbero? ;)
Claudio-Olyandra ha scritto:Non facciamo confusione. Il ritiro di cui parla la regola è quello ufficiale di chi vuole essere cancellato. Nulla vieta di non frequentare il forum per un certo tempo..
E ci manca ancora. In ogni caso bisognerebbe rendere più chiara la questione.
Claudio-Olyandra ha scritto:Troppe ovvietà, per te. Bisogna specificare che i diritti non sono illimitati, per prevenire abusi, e allora mi pare più efficace elencare i diritti e le limitazioni, piuttosto che queste ultime soltanto. :)
Secondo me basta elencare le limitazioni: il resto non fa che appesantire il tutto. :roll:
Claudio-Olyandra ha scritto:Infatti è moderatamente consentito, non vietato. L'importante è evitare frasi totalmente illeggibili...
Intendevamo (almeno, io intendevo, ma penso anche Ako), che dovrebbe essere sconsigliato e non nel regolamento: io 3 anni fa scrivevo in modo osceno e se qualcuno mi avesse presentato un regolamento che mi vietasse di scrivere in quel modo probabilmente mi sarei solo irritato (del che mi vergogno, ma temo che sia così ^^" )
Claudio-Olyandra ha scritto:Immagino che i più piccoli non sarebbero entusiasti di leggere topic sulle messe nere, i rituali negromantici, le sedute spiritiche e simili attività. Non sono sovrannaturali gli alieni, in quanto, se esistono, fanno parte dell'universo materiale e sono perciò naturali tanto quanto gli animali terrestri.
Non è detto, ma comunque non penso che sia un problema che si pone.
Claudio-Olyandra ha scritto:Il comma che hai citato è strettamente collegato al secondo: si può leggere e scrivere ovunque, fatta eccezione per le sezioni che gli amministratori riservano a talune categorie di utenti. :)
Appunto...questo non è ovvio?
Gli amministratori possono bloccare a determinati utenti l'accesso in scrittura (o anche in lettura) ai forum...quindi il problema non si pone!
Claudio-Olyandra ha scritto:Se preferisci chiamarle "precauzioni contro l'assenteismo e la scarsa cura del profilo", fai pure. :lol:
Sarei favorevole ad un cambio di nome :P
Ma comunque non penso ci sia una particolare necessità di precauzioni contro l'assenteismo e la scarsa cura del profilo :lol:
Claudio-Olyandra ha scritto:La sospensione si attua non calcolando gli utenti sospesi nel momento in cui si consulta la lista utenti per verificare il numero degli iscritti e, dunque, la maggioranza richiesta per la decisione. Non c'è bisogno di mod informatiche o di altri sistemi complessi. :) L'inibizione è una misura intermedia tra il semplice rimprovero e la cacciata dal forum, che impedisce l'uso di funzioni che sono state mal gestite per molestare il prossimo. ;) Un anno di espulsione come massimo non restringe eccessivamente la possibilità di modellare la sanzione sulla gravità dell'infrazione? Magari due anni? La radiazione è il cosiddetto "ban permanente", che esiste dappertutto. Francamente, se un utente postasse immagini pedopornografiche sul forum, o istigasse all'omicidio o al suicidio, o cose simili, non vorrei rivederlo mai più: dobbiamo proteggere anche gli utenti più giovani e suscettibili. :) In effetti, cito l'elemento gerarchico per fissare implicitamente un'altra norma, quella per cui un moderatore non può punire un amministratore. Se così non fosse, si creerebbe un cortocircuito, in quanto il moderatore avrebbe il potere di intervenire su chi è abilitato a modificare le sue decisioni in caso di reclamo.
La radiazione non dovrebbe essere applicabili sugli utenti iscritti per cui sussiste un chiaro interesse del Daimonismo e che magari sono iscritti da anni.
Sono favorevole anche io all'eliminazione di un utente che dal momenti in cui si iscrive non fa altro che postare insulti o simili.

Il moderatore come potrebbe intervenire sull'amministratore? :P
In ogni caso, c'è quella che mi sembra un'incongruenza logica:
1. L'utente che abbia subito una sanzione disciplinare può rivolgersi al superiore gerarchico di chi gliel'ha inflitta per ottenere la commutazione o l'annullamento della sanzione, senza finalità di polemica.
Qualora l'utente abbia subito una sanzione da parte di un amministratore, così non potrebbe a rivolgersi a nessuno: non esistono superiori "gerarchici" degli amministratori. E i moderatori non possono sanzionare gli utenti ;)
INTP - 9w1 - Raverin
(mi hanno detto così; però francamente non ne ho idea)

Claudio-Olyandra
Daemian
Messaggi: 4885
Iscritto il: dom 03/feb/2008 13:57:00
GPC: 02 gen 2008
Forma: Albatro urlatore
Località: Catania
Età: 32

Re: Proposta di regolamento

Messaggio da Claudio-Olyandra » mar 19/ott/2010 20:32:16

LUKE. Ako dice che il forum ha i contenuti che noi decidiamo, ma questo non spiega perché non dovremmo scriverli nel regolamento. Anche il regolamento è quello che noi decidiamo, ma lo scriviamo ugualmente, no? E, allora, perché non mettere nero su bianco che questo forum ospita la comunità italiana dei daemian e che gli altri temi sono ammessi, in quanto non mettano in ombra il Daimonismo, che è e deve restare il perno centrale? In fondo, lo stesso nome del forum è eloquente in tal senso, perciò trovo giusto chiarire che questa non è una comunità di ritrovo per parlare del più e del meno, ma nasce come sede virtuale di tutti i daemian italiani. :)
Luke e Kyriax ha scritto:In ogni caso i doveri quali sarebbero? ;)
Vedi sopra: ho già replicato sul punto in un precedente messaggio. :)
Luke e Kyriax ha scritto:E ci manca ancora. In ogni caso bisognerebbe rendere più chiara la questione.
Mi sembra tutto chiarissimo in quell'articolo: chi intende ritirarsi ufficialmente deve chiederlo a un Amministratore ed informare la comunità e non può ripensarci dopo che è stato cancellato. ;)
Luke e Kyriax ha scritto:Intendevamo (almeno, io intendevo, ma penso anche Ako), che dovrebbe essere sconsigliato e non nel regolamento: io 3 anni fa scrivevo in modo osceno e se qualcuno mi avesse presentato un regolamento che mi vietasse di scrivere in quel modo probabilmente mi sarei solo irritato (del che mi vergogno, ma temo che sia così ^^" )
Io invece penso che si irriterebbe la comunità tutta a dover tradurre dall'italiano pedestre all'italiano decente: per lo stesso motivo per cui non si può scrivere in inglese o in giapponese, allo stesso modo non è rispettoso usare sistematicamente abbreviazioni da sms, quando il messaggio non pone quei problemi di lunghezza e di costi del messaggino del cellulare. :)
Luke e Kyriax ha scritto:Sarei favorevole ad un cambio di nome :P
Ma comunque non penso ci sia una particolare necessità di precauzioni contro l'assenteismo e la scarsa cura del profilo :lol:
Tu dici? Qualunque decisione formale si arenerebbe per l'altissimo numero di fantasmi, se non ci fossero le cautele inerziali, comunque denominate. :) E ci sarebbe il rischio di usi indebiti degli account fantasma, e così via.
Luke e Kyriax ha scritto:La radiazione non dovrebbe essere applicabili sugli utenti iscritti per cui sussiste un chiaro interesse del Daimonismo e che magari sono iscritti da anni.
Sono favorevole anche io all'eliminazione di un utente che dal momenti in cui si iscrive non fa altro che postare insulti o simili.
A ben vedere, il regolamento, per com'è attualmente formulato, non specifica i casi in cui la radiazione va applicata: si limita a prevederla in astratto, dopodiché rinvia alla tabella disciplinare per determinare le infrazioni passibili di questa sanzione così severa. :)
Luke e Kyriax ha scritto:Il moderatore come potrebbe intervenire sull'amministratore? :P
In ogni caso, c'è quella che mi sembra un'incongruenza logica:
1. L'utente che abbia subito una sanzione disciplinare può rivolgersi al superiore gerarchico di chi gliel'ha inflitta per ottenere la commutazione o l'annullamento della sanzione, senza finalità di polemica.
Qualora l'utente abbia subito una sanzione da parte di un amministratore, così non potrebbe a rivolgersi a nessuno: non esistono superiori "gerarchici" degli amministratori. E i moderatori non possono sanzionare gli utenti ;)
Il moderatore potrebbe avvertire o ammonire l'amministratore, per esempio (v. le competenze dei mod in materia di sanzioni). :roll: L'utente non potrebbe rivolgersi a nessuno, ma gli altri amministratori potrebbero opporsi alla decisione dell'admin che ha stabilito la sanzione, nel qual caso prevarrebbe la volontà della maggioranza degli admin o, secondo le circostanze, si potrebbe pure indire un sondaggio per coinvolgere la comunità. :)

Ad ogni modo, le modifiche che avete suggerito non sono marginali, ma sostanziali: vi invito pertanto a scrivere la vostra bozza di regolamento, così da comprendere meglio l'entità dei cambiamenti che volete apportare. :)
Daimon uniuscuiusque humanitatis caput et fundamentum est semperque esto!

Bloccato