Guida alle Analisi di Saphiry

Illustriamo i capisaldi ed i metodi dell'analisi diretta ed inversa!
Rispondi
Avatar utente
Saphiry e Deianira
Daemian
Messaggi: 5082
Iscritto il: lun 13/nov/2006 18:42:00
GPC: 15 nov 2006
Forma: Duck toller
Località: Un po' qui, un po' là
Età: 27

Guida alle Analisi di Saphiry

Messaggio da Saphiry e Deianira » mer 17/lug/2013 22:01:53

Buonasera, Londra.
Ok, smetto subito di fare l'idiota e vi spiego tutto: tempo fa circolava l'idea di dare "lezioni" sulle analisi e su come esse siano svolte. Claudio mi ha tormentata ripetutamente ( :mrgreen: ) chiedendomi di partecipare, e così alla fine l'ho fatto. Ora, io non sono una delle insegnanti migliori del mondo, però me ne intendo abbastanza di analisi (la mia prima risale a diversi anni fa, ormai xD) e ho pensato di dare una manina. Conoscete il mio stile e sapete che tendo a fare esempi piuttosto semplici. Cercherò di rendere tutto il più chiaro possibile.

Allora, io non credo che ci sia una regola fissa per le analisi: molto sta allo "stile" dell'analista stesso. La cosa importante è sempre fornire un'immagine a tutto tondo dell'animale. Se la personalità di qualsiasi cosa voi stiate analizzando risulterà piatta, probabilmente avete messo pochi dettagli o prestato attenzione a poche cose.
Diciamolo: tutto può essere utile. Non solo il carattere dell'animale in sè. Certo, quella è la parte principale, senza dubbio: è da lì che trarrete la maggior parte dei punti. Tuttavia dovrete badare a molti dettagli: dove vive l'animale? In quali zone? Qual è la sua storia? Dal suo aspetto fisico posso trarre qualcosa di importante? E da ciò che si dice di lui?

Quando si comincia a fare analisi spesso si prendono punti dal solo comportamento dell'animale. Perchè? Beh, perchè è la parte più facile. Non c'è niente di male in questo! Si comincia praticamente sempre così! Pian piano la "vista" si affina, e inizierete a individuare dettagli utili in informazioni che prima nemmeno notavate. Vedetela così: uccidete un bufalo e iniziate a mangiare la carne. Prima staccate i bocconi più grossi. Però dopo un po' iniziate a trovare pezzettini commestibili nascosti tra le costole, sotto la pelle e via così. Un po' macabro, forse, ma rende l'idea. Secondo me è molto macabro... Li spaventi! Maddai, mica sono bambini!

Ora darò qualche consiglio, dopodichè ci cimenteremo insieme in un'analisi! Vediamo un po':

-Quando scrivete un punto, aggiungete dettagli: devono essere punti ben completi, parte di una personalità ben completa!
-Gli esempi: allora, io ne metto quasi sempre, ma questo sta a discrezione dell'analista. C'è chi potrebbe trovare il mio modo di fare un po' troppo concreto, ma io credo che facilitino la comprensione. A volte mi rendo conto che alcuni animali hanno comportamenti che trasposti nella loro variante umana risultano troppo vaghi o difficili da immaginare. Esempio classico? "Hai molti interessi, ma alcuni in contraddizione con altri" (come nella lepre artica, un erbivoro che però occasionalmente si nutre di carcasse). E' un po' vago. Io ricorro al seguente (stupidissimo) esempio: una bambina che ama i gattini di porcellana, le bambole, i pony e ha la passione delle armi di distruzione di massa.
-Evitate i punti composti da una sola parola. "Curioso". Cioè, se ce ne sono uno o due, no problema. Ma se l'analisi è composta SOLO da punti del genere, non va bene. Scavate a fondo. Accorpate le caratteristiche simili. Approfondite i perchè e i per come l'animale di comporta in un certo modo.
-Pur sapendo che io l'ho fatto vi sconsiglio nel modo più assoluto di fare l'analisi di un animale che credete potrebbe essere il vostro daimon. Non importa ciò che pensate: se voi volete che quell'animale sia la vostra forma fissa, ne sarete inevitabilmente influenzati. Ho dovuto rifare alcune analisi perchè ero stata accecata da questo fatto.
-Se volete usare wikipedia, per l'amor di dio, guardate anche la pagina corrispondente in inglese. Spesso e volentieri quella italiana (specie con animali non molto conosciuti) è fatta coi piedi o poco dettagliata.
-Se avete un dubbio su come interpretare un punto, scrivetelo in fondo all'analisi, e qualcuno vi darà una mano. Non saltate a piè pari lasciando fuori informazioni preziose perchè voi non capite: analisti più vecchi magari ce la fanno e contribuiranno volentieri.
-Negli animali di branco badate che spesso l'animale alpha ha comportamenti diversi rispetto a quello gregario. Specificatelo sempre, altrimenti ci si confonde.

Ora prendiamo un animale semplice e vediamo di analizzarlo. Farò solo qualche punto, non un'analisi completa, e spiegherò passo-passo. Prendiamone uno semplice, magari. Ecco, tipo il serval (o gattopardo). No, anzi, no. Volevo usare la wikia italiana così non avevo bisogno di tradurre ciò che copiavo, ma non c'è un tubo sul serval xD.

Allora spariamoci il diamante mandarino, un uccellino molto grazioso che sicuramente voi tutti conoscete!

Immagine

Cominciamo dal carattere:
Si tratta di uccelli diurni e dalle abitudini gregarie, che tendono a muoversi in piccoli stormi di almeno una decina di esemplari d'ambo i sessi, che si tengono in contatto fra loro mediante richiami emessi molto di frequente
Eccoci, allora. Questo è facile, no?

Uccello diurno, quindi è più attivo di giorno e di notte riposa:
-Il tuo motto è "prima il dovere e poi il piacere", non sei un procrastinatore
Abitudini gregarie-piccoli stormi-richiami:
-Sei un tipo socievole a cui piace stare in compagnia di amici e famiglia
-Molto chiacchierone, è difficile farti stare zitto
-Curioso e amichevole: vuoi sempre essere in contatto con i tuoi amici, sapere dove sono e cosa fanno
-Il male peggiore per te è la solitudine e l'isolamento

(come ho detto, tendo ad insistere sulle peculiarità dell'animale: voglio che si capisca molto bene che il diamante è un uccello socievole e che questo è uno dei punti più importanti. Una persona solitaria non potrà MAI avere come daimon questo animale)
[...]è riscontrabile una diversità individuale del canto con similitudini direttamente proporzionali alla strettezza della parentela fra gli esemplari: ciascun maschio tende infatti a ricalcare il proprio canto su quello del proprio padre, apportando qualche piccola variante che può provenire dall'ascolto di canti di altri maschi o da suoni dell'ambiente circostante.
Già più complesso.

-La tua famiglia ti ha aiutato a farti un'opinione di ciò che hai intorno
-Non sei, tuttavia, un tipo chiuso e testardo: ascolti le idee altrui e, se le trovi buone e convincenti, le fai tue

Recenti studi hanno dimostrato che esibirsi in assoli canori alle femmine è un'esperienza gratificante per i maschi
(Ma chi è che studia le esperienze gratificanti dei diamanti mandarini?)
-Ti piace fare qualcosa di carino per la persona che ami, magari cogliendo l'occasione di metterti un po' in mostra con lei/lui (daimon maschio)
Le femmine, dal canto loro, non sono in grado di formulare canti articolati
-Le tue idee sono chiare e semplici: non sei tipo da giri di parole e filosofia (daimon femmina)
I richiami hanno inoltre la funzione di identificare ciascun uccello nell'ambito del gruppo, con gli appartenenti allo stesso che tendono a scacciare gli estranei, specialmente durante il periodo riproduttivo.
-Nonostante tu sia un tipo socievole, non ami che altra gente si intrufoli nel tuo gruppo; non vuoi rischiare che si portino via i tuoi amici o li allontanino da te
Questi uccelli tendono ad essere sedentari, ma non esitano a compiere spostamenti anche di notevole entità in caso di scarsità di cibo od acqua
-Puoi affrontare sacrifici non consoni alla tua natura per ottenere dei benefici (esempio, dal momento che è un punto un po' vago: trasferirti per trovare lavoro nonostante la tua natura sia proprio quella di una persona che non abbandonerebbe mai la sua patria)
Si tratta di uccelli principalmente granivori, che si nutrono principalmente di miglio ben maturo [...] Altri cibi assai graditi sono frutta, verdura e bacche
-Hai interessi vari, ma uno è predominante sugli altri (esempio, perchè il punto è astratto: ami la lettura, gli animali e il giardinaggio, ma più di tutte queste cose insieme ami andare sullo skateboard)
Si tratta di uccelletti molto voraci, che tendono a nutrirsi velocemente
Questo può essere fisico:
-Goloso, ami mangiare e sei spesso definito una buona forchetta
ma io preferisco tenerli sul caratteriale:
-Quando hai la possibilità di dedicarti a uno dei tuoi hobbies, ci metti davvero l'anima e ne trai tutto il possibile (in termini di divertimento, sudore e...beh, lividi, se il tuo hobby è davvero andare sullo skateboard xD)
i diamanti mandarini sono in grado di riprodursi non appena le condizioni atmosferiche si mostrino favorevoli
-Opportunista; sai aspettare l'occasione propizia e approfittarne
Il corteggiamento consiste in una serie di richiami vocali anche elaborati da parte del maschio, che al contempo si esibisce in una sorta di danza fatta di saltelli attorno alla femmina
-Talvolta sei un po' esibizionista quando cerchi di attirare l'attenzione di qualcuno (daimon maschio)
-Usi tutte le tue abilità per far colpo e metterti in buona luce (sempre daimon maschio)

una volta formatesi, le coppie restano assieme per tutta la vita, sebbene non siano rari casi di infedeltà da parte di ambo i partner
----> piccola parentesi: A sta con B. A si sollazza con C. Tuttavia per i diamantini, come per le cocorite, non c'è il concetto di rottura della coppia (come invece c'è per i gabbiani, ad esempio, che hanno un tasso di "divorzio" del 25%, se non sbaglio); quindi A continua a stare con B.
-Sei un tipo tendenzialmente fedele ed amorevole nei confronti del partner
-Nonostante tu sia molto legato alla persona che ami, non vedi perchè tu non possa uscire con amici ogni tanto, lasciando a casa la tua dolce metà
(vedi analisi della cocorita)
Il diamante mandarino, in virtù della sua rusticità e resistenza, unite alla bella colorazione ed alla vivacità, viene allevato e riprodotto in cattività da secoli
(Posso confermare queste caratteristiche, soprattutto la resistenza: ne ho avute diverse coppie e sono sopravvissute benone nelle mie mani di bambina di otto anni xD)
-Sei un tipo rustico e forte: non ti lasci ferire da ciò che la gente dice e pensa di te
-Molte persone credono che tu sia fragile, ma in realtà non lo sei affatto
-Molto adattabile, è una delle tue maggiori virtù
-Frugale: ti basta poco per sentirti a casa
-Sei vivace e giocoso: metti allegria a chi ti sta intorno.

mentre il maschio si occupa dell'architettura generale del nido, la femmina provvede alla sua imbottitura
-Non ti fermi all'apparenza: per te è la sostanza che conta (daimon maschio)
Da un punto come questo possono derivarne altri, volendo essere specifici:
-Non giudichi mai un libro dalla sua copertina (daimon maschio)
tuttavia la cosa non è così diretta. Bisogna stare attenti a non farsi fuoriviare: due frasi possono avere significati simili ma sviare chi le legge/non rispecchiare entrambe il comportamento animale.
-Vuoi dare un tocco personale ai luoghi in cui devi vivere: magari quando stai in hotel sposti la mobilia finchè non trovi una soluzione che ti aggrada (daimon femmina)
-Amante del comfort (daimon femmina)


Naturalmente questa analisi non è completa. Ho preso solo qualche caratteristica qua e là e l'ho analizzata.
Possiamo vedere cosa si riesce ad estrarre dall'aspetto fisico. Può essere alquanto complicato, in realtà. Io penso che da tutto si posso ricavare qualcosa, ma spesso è molto difficile e rinuncio. Vediamo un po':
Il corpo è piuttosto robusto ed arrotondato, con coda dai margini squadrati e becco tozzo e robusto.
Questa specie presenta un netto dimorfismo sessuale per quel che concerne la colorazione del piumaggio [...]
Personalmente ritengo la colorazione dell'animale irrilevante a meno che non colpisca in qualche modo (il piumaggio molto variopinto di un pappagallo) o non abbia uno scopo (il manto mimetico di un leopardo; i finti occhi sulle ali delle falene o sulla coda di certi pesci). Qui ho trasposto ciò che mi è sembrato importante. Un consiglio: date retta al vostro istinto. Se una frase vi fa suonare una campana, probabilmente ci potete ricavare qualcosa!
Eccoci qui:
-Visto come un tipo forte e capace di sopportare bene le difficoltà
Personalmente credo anche che spesso gli animali dall'aspetto forte siano tipici di un daemian che è ritenuto, dal mondo esterno, incapace di certi sentimenti complessi perchè visto come psicologicamente "forte", diciamo, o comunque come una persona che non soffre mai. Tuttavia questa è una mia opinione, e visto che non ne ho la conferma preferisco non inserirla nelle analisi.

Per quanto riguarda il dimorfismo sessuale, ho spesso dei dubbi. Se si fosse trattato di una iena (le femmine hanno genitali estremamente simili a quelli maschili) il punto sarebbe stato qualcosa tipo: "androgino" oppure, per una daimon femmina: "sei un tipo piuttosto mascolino". E andare-venire-tornare indietro.
Però qui si sta trattando di differenze tra maschio e femmina. Quindi? Andiamo alla radice!
Allora, il dimorfismo sessuale è tipico degli animali poligami (cervi-paradisee-leoni-fagiani) perchè avere un bel pelo-piumaggio-corna è il modo migliore di procurarsi un bel po' di compagne ("i miei geni sono i migliori e assicureranno una discendenza anche alla tua prole" dice il fagiano alla femminuccia della sua specie).
Quindi in genere i maschi sono più grandi delle femmine, molto variopinti e ben distinguibili. Questo non capita, però, col nostro uccellino: femmine e maschi hanno grosso modo le stesse dimensioni. Il diamantino è, sì, colorato in modo diverso rispetto alla diamantina, ma non ha piume sgargianti. E' grigio topo. Cambiano le macchie arancioni sulle guance, il becco rosso e le strisce sulle ali (caratteristiche maschili).
Dunque che cosa trarne?
Non lo so.
Però ci penserò. Ecco cosa intendo: a volte può essere difficile cavare qualcosa dall'aspetto fisico. Personalmente questa lieve differenza nei due generi mi fa suonare una minuscola campana. Ma sinceramente, il dimorfismo sessuale è talmente diffuso fra gli animali che non mi pare affatto rilevante. Però se avete un dubbio provate a far così: delle ricerche. Andate a fondo nelle cose e capirete molto più di quanto non crediate. Mal che vada, saprete qualcosa di nuovo, e male non fa :)

Ora, ecco qui una parte un po' più discorsiva. Mettiamo in chiaro una cosa: questa scaletta è stata presa dal post di Kosia----> http://daimonismo.altervista.org/forum/ ... =31&t=1147
Quantomeno ne ho preso spunto. Do a lei i crediti per ciò che ha fatto, e se dovesse non bastare, toglierò la scaletta e basta ;)
Vediamo un po':

Struttura sociale: direi che questa è la fonte più importante da cui attingere. Dalla vita sociale di un animale capite moltissime cose! E' una bestia che vive da sola? Sarà un tipo solitario a cui piace stare con pochi amici e solo occasionalmente. Oppure semplicemente uno che sta benissimo per i fatti suoi. Un animale che vive in coppie? Una persona che ha un solo migliore amico (questo migliore amico può anche coincidere con la figura del partner) con cui condivide tutto. Vive in branchi? Una persona molto socievole! E così via.
•Ambiente di vita: questo invece non è uno dei più importanti. Potete cavarne qualcosa in seguito, magari. Ad esempio, un animale che vive sottoterra può essere tradotto in un essere umano insicuro a cui piace starsene al calduccio nella sua stanza. Un animale che vive nella prateria può essere invece più sicuro di sè. Tuttavia dovete fare attenzione: questa è una delle fonti di punti più imprecise e meno decisive. Ciò che ricavate da qui non deve assolutamente cozzare con ciò che avete ricavato da altri dettagli più importanti.
•Abitudini sessuali: punto aggiunto da me. Valutate se l'animale è monogamo o poligamo. Vi darà importanti indizi sulla vita di coppia di una persona. Ovviamente non si può dare del "poligamo" a un essere umano (a meno che non abbia un harem o non sia un idiota :D), quindi io suggerirei di descriverlo come più "indipendente dal partner" oppure uno a cui "piace uscire con gli amici e non sempre porta il partner con sè" e così via. Ricordatevi che il cane è un caso particolare: in natura la sua indole lupina lo spingerebbe a formare un branco con a capo una coppia rigorosamente monogama. Nella vita di casa è un animale snaturato, ma a parer mio potete vedere come "vita di coppia" il rapporto che il cane ha con il "padrone". Un chow chow e un golden retriever di certo hanno idee diverse!
•Dieta: vi siete mai sentiti dire che "divorate i libri"? Beh, la dieta di un animale andrà a rappresentare gli interessi di una persona (hobbies, ideologia, tutto quello che ci cavate). Possono essere vari (onnivori), vari ma concentrati in un unico campo (carnivori che divorano un sacco di animali differenti, come la tigre; erbivori che si nutrono di moltissimi tipi di piante, come il coniglio), poco vari (la lince: la sua dieta è composta per il 90% da lepri) e via dicendo. Non è difficile ;)
•Reazione di fronte al pericolo: animali diversi hanno reazioni diverse. Conoscete le tre f? Fight, flee, freeze? Significa "combattere, fuggire, immobilizzarsi". Queste sono le principali reazioni degli animali davanti al pericolo.
Un animale che combatte (l'orso grizzly, ad esempio) è coraggioso, forse un po' aggressivo, reattivo e capace di difendersi.
Un animale che fugge si traduce in un essere umano magari un po' insicuro o comunque a cui i conflitti non piacciono e che quindi preferisce evitarli diplomaticamente o dire semplicemente "ma vatteneaffanbip" e andarsene.
Un animale che si immobilizza (come fa il coniglio, magari) è decisamente un tipo ansioso, uno con emozioni forti che talvolta prendono il controllo su di lui e lo mettono nei pasticci (troppa ansia all'interrogazione e fai scena muta, per dire).
Poi ci sono animali che usano il veleno per difendersi (come dice Kosia, è un tipo sciallo-trallo, ma se lo fai arrabbiare, sono tutti fatti tuoi, perchè può essere cattivello e bravo a ferire le persone), altri che hanno scaglie dure come il pangolino o l'armadillo (gente che se ne frega abbastanza e ha abbastanza fiducia in sè da pensare di poter contare sulle proprie forze, ma anche gente a cui accuse, problemi e offese rimbalzano addosso. In casi di pericolo, si fanno forza e aspetta che passi tutto) oppure che si mimetizzano (ingannatore, evita i problemi e i guai) e via così...
•Ora del giorno in cui si attiva: personalmente non do molto credito alla semplice trasposizione "animale notturno->persona notturna". Piuttosto io credo che un animale che dorme tutto il giorno e alla sera va a caccia o a mangiare, si traduca in un essere umano che prima si dedica al piacere e poi al dovere. Un procrastinatore, insomma. E, naturalmente, viceversa!
•Tecniche di caccia: ovviamente per carnivori! Cacciano in branco? Da soli? In coppia? Inseguono la preda o le piombano sopra dopo essersi appostati per ore? Se cacciano in branco, hanno tecniche particolari? Fiaccano l'erbivoro per poi ucciderlo quando è stanco o lo circondano e fanno a pezzettini? Le loro tecniche sono efficaci? Qual è il tasso di cattura? Sono anche spazzini? Rubano il cibo agli altri animali? Li attaccano alle spalle? Un sacco di roba.
•Vocalità: gli animali possono avere richiami molto complessi (i pappagalli, ad esempio), parlare poco ma a voce ben alta (i leoni maschi), essere poco chiacchieroni ma diventarlo moltissimo in certe occasioni (alcuni jackrabbit, moltissimi animali nella stagione degli amori) e via dicendo.

Direi che questi sono i principali e più importanti! Se dovesse venirmi in mente altro, lo aggiungerò! Per domande o dubbi, rivolgetevi a me senza indugi :D e anche per critiche, ovviamente u.u
7w6, ESTP, Gryffindor, Chaotic Good, Outsider

We're just a step from fearless,
reach out for me, my dearest.
Don't you cry,
you don't know, you're almost near it


1w9, INTJ, Raverin, Neutral Good, A Good Dog
Mostra

Rispondi