Familiaris spirituale: il daimon nella stregoneria

Riflettiamo sulle somiglianze e le differenze tra il Daimonismo ed altri sistemi filosofici, psicologici o religiosi!
Rispondi
Avatar utente
Pandemonium
Amministratrice
Messaggi: 4926
Iscritto il: sab 25/feb/2012 14:47:57
GPC: 24 giu 2009
Forma: Corvo
Località: Piemonte
Età: 22

Familiaris spirituale: il daimon nella stregoneria

Messaggio da Pandemonium » lun 09/apr/2018 13:14:07

Familiaris spirituale: il daimon nella stregoneria



Più volte sul forum si è parlato del famiglio, creatura che, secondo il folklore, accompagna la strega, aiutandola nel lanciare incantesimi. Solitamente il famiglio è un animale fisico, come un gatto, un cane, un rospo o un corvo, che vive a stretto contatto con la persona e la protegge e consiglia.
Nella stregoneria moderna e in alcuni credo pagani c'è ancora molta credenza nel famiglio. Si pensa che il proprio animale domestico (o, talvolta, la propria pianta) abbia uno spirito in grado di proteggere la strega (alias il praticante, il credente pagano) dalla malvagità. Il suo ruolo inoltre si estende nella vita magico-religiosa dell'individuo, dato che spesso "aiuta" con la sua influenza positiva a fare andare a buon fine un rituale o una preghiera. Questo animale è fisico e, sebbene sia legato da un profondo legame di amicizia e rispetto con la persona, non si tratta di daimon, in quanto il daimon non è mai esterno alla persona nè è carico di significato mistico o magico.

Tuttavia nella stregoneria non esiste solo questo tipo di famiglio, ma esiste anche il famiglio spirituale. Esso viene vissuto come una sorta di totem o spirito guida, normalmente in forma animale, ma non è raro che venga visualizzato (nella mente del praticante) come una pianta (ad esempio una grande quercia), una persona o addirittura una creatura mitologica (draghi, fate, unicorni...). Questo non presenzia in maniera fisica ai rituali, ma generalmente si limita a dare consigli spirituali e di crescita interiore al praticante. Non è raro che il familiaris spirituale faccia notare degli errori o cerchi di proteggere la strega da attacchi interiori, per esempio una paura o una fobia. Si presentano solitamente nei sogni o durante la meditazione e c'è chi sostiene che non possa comunicare al nostro io cosciente. Spinge all'autorealizzazione della persona e ne esiste uno per ogni persona. Non si possono avere più famigli spirituali. Si sostiene che alcuni possano non trovarlo mai, non consciamente, ma che in realtà riesca a comunicare con la sua persona tramite sogni e intuizioni "agendo nell'ombra".
I familiaris spirituali possono agire anche nei rituali magico-religiosi, dando più potere all'azione in quanto l'intero essere della persona che ha operato è investito verso l'obiettivo - come se daimon e umano agissero insieme per i propri scopi esoterici o personali/introspettivi.
Questo tipo di famiglio viene inoltre definito talvolta da seguaci della stregoneria proprio come daimon, in quanto servirebbe appunto come ponte tra umano e divino, come suggerisce il nome.

Cosa ne pensate? E' molto simile al nostro daimon, non è vero?


La mia esperienza. Questa che ho scritto è la teoria, ma essendo io pagana ho pensato che sarebbe stato interessante (anche a puro scopo informativo) spiegare come la vivo io, e dove penso sia il limite.
Ka ha sempre agito come consigliere interiore, insomma, ha sempre fatto il daimon così come siamo abituati a vederlo, e allo stesso tempo è stato di più. Quando era impossibile per lui comunicare in maniera chiara al mio io razionale sussurrava ai miei sogni, a volte urlava. Insieme abbiamo superato molte cose.
Nella mia esperienza il daimon è stato anche un consigliere spirituale. Spesso nei miei lavori meditativi o nelle mie preghiere compariva per aiutarmi, oppure mi frenava là dove non ne vedeva la necessità. Insomma per me Ka influisce a tutto tondo nella mia vita materiale così come quella spirituale, guidandomi e suggerendomi, invitandomi sempre a seguire la vera me.
ESFP | 3w2 | Hufflepuff | House Lannister | Cassandra Pentaghast | Pagan
Immagine
Grazie a Bolla, Sapha e Shi per le bellissime immagini!

Rispondi